Usura bancaria e anatocismo, il bilancio di Federitalia ad Ariano Irpino

0

di Flavia Squarcio

Usura bancaria e anatocismo, è positivo il primo bilancio di Federitalia circa l’andamento dell’attività dello sportello di Ariano Irpino. Cresce la fiducia delle persone nei confronti dell’iniziativa intrapresa da Alberto Scaperrotta in collaborazione con l’associazione, che si occupa di fornire assistenza legale e tecnica alle persone in difficoltà con le banche e con Equitalia. Dopo circa tre mesi dall’inaugurazione della sezione campana di Federitalia ad Ariano Irpino, inaugurazione avvenuta con il convegno “Usura bancaria e di Equitalia – Come difendersi prima di essere aggrediti“, che vide la partecipazione di Wally Bonvicini, presidente nazionale di Federitalia, fioccano le richieste di assistenza legale per problemi legati alle banche. Sono già oltre cento le richieste di perizie su conti  pervenute allo sportello di Ariano Irpino dalle province di Avellino, Benevento e Potenza. Un super lavoro che vede impegnato lo staff di Scaperrotta direttamente con i consulenti della sede nazionale.

In che modo Federitalia aiuta semplici cittadini ed imprenditori? Rispondeva così Wally Bonvicini, presidente nazionale di Federitalia, in occasione del convegno di Ariano Irpino: «Attraverso perizie econometriche accertiamo l’usura bancaria, che viene riscontrata nel 99% dei casi che trattiamo. Dopo aver accertato l’usura, può scattare la procedura prevista dal fondo antiusura, che immediatamente blocca i termini di pagamento alle banche, consentendo alle persone di ripartire e di riprendere in mano la propria vita. In pratica, quando scatta la legge antiusura, i cittadini devono restituire alle banche soltanto il capitale mentre gli interessi non devono essere più pagati. Ciò che noi consigliamo sempre ai cittadini è di analizzare i conti e verificare quanto realmente hanno pagato il denaro; se viene superato il tasso soglia, calcolato ogni tre mesi, si è in usura. Inoltre, Federitalia assiste i cittadini relativamente alla scelta della forma giuridica più opportuna per ogni impresa».

E se il fenomeno dell’usura bancaria e dell’anatocismo interessasse anche i conti del comune di Ariano Irpino? Nelle scorse settimane Scaperrotta aveva lanciato una proposta al sindaco Gambacorta, senza però ottenere risposte. Ecco il testo protocollato dal presidente di Guida la tua vita: «“Federitalia con FederCampania – Ariano Irpino chiede al sindaco Domenico Gambacorta di poter accedere ai contratti intrattenuti dall’ente comunale con le banche, più precisamente di entrare in possesso della copia degli estratti conto scalari degli ultimi dieci anni. Avendo periziato decine di conti e riscontrata la sistematica applicazione di interessi usurari, l’associazione si rende fin da adesso disponibile a periziare i conti del comune. Si precisa che in presenza di usura non sono dovuti interessi dall’inizio del rapporto. Si ringrazia per l’attenzione che si vorrà riservare alla presente».


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments