Un Solo Giardino: un viaggio artistico e di unione nella diversità

Venerdì 13 aprile alle 19:30 presso il Centro dei Servizi Sociali e Culturali Sant’Agostino (Caserta), si terrà l’evento artistico “Un Solo Giardino”, con lo scopo di evidenziare il valore della “diversità”, intesa come ricchezza culturale.

L’evento “Un Solo Giardino” è organizzato da diversi gruppi religiosi e culturali, tra cui la comunità Bahà’i, la Chiesa Taoista d’Italia, il Movimento dei Focolari, la Caritas, l’associazione “Comunione di Cuori”, New Umanity e la Parrocchia San Bartolomeo Apostolo. La serata è stata pensata per unire, in modo dinamico e artistico, comunità differenti e, al contempo, avvicinare quante più persone possibili alla spiritualità, ponendo l’accento sull’importanza di “essere diversi ma uniti”.

“Da incontri di preghiera e di discussione tra le comunità organizzatrici dell’evento, siamo arrivati alla realizzazione della serata “Un Solo Giardino” grazie soprattutto all’intervento di Silvana Di Scala, appartenente al Movimento dei Focolarini e Serena Leone, che si è occupata dell’organizzazione degli artisti”, afferma Janine Parsa, una delle organizzatrici dell’evento, di religione Bahà’i. “Abbiamo pensato fosse giusto che la società sapesse dell’esistenza di comunità religiose diverse dalle più classiche, in città. Volevamo realizzare un evento comprensibile a chiunque, e quindi cosa potrebbe esserci meglio dell’Arte, in tutte le sue forme? Un linguaggio universale, che tu creda in qualcosa oppure no, un’espressione che viene da dentro”.

“Abbiamo avuto subito l’okay del Comune”, continua Janine “E’ stata una cosa che ci ha molto colpito, probabilmente hanno immediatamente compreso che il nostro intento era quello di sentirci tutti parte di una stessa comunità. Addirittura il Centro Sant’Agostino ha insistito per fornirci una sala in più per lo svolgimento dell’evento”.

Il tema portante della serata sarà “l’unità nella diversità” e lo scopo della serata non sarà insegnare o spiegare le religioni, ma sarà un’attestazione di presenza, di unione tra diversi credi e culture e un modo per “donare qualcosa” alla città di Caserta.

Il titolo “Un Solo Giardino” proviene da uno scritto Bahà’i, che afferma che “fiori di colori e profumi diversi rendono più bello un giardino”. Da qui anche l’idea del logo, disegnato da Silvana di Scala.

La serata inizierà con la proiezione di un video, per poi continuare con un viaggio alla scoperta di varie tipologie di talenti artistici, per promuovere la condivisione e l’unione. Parteciperà all’evento anche Vincenzo di Ieso, Prefetto della Chiesa Taoista d’Italia, il quale collabora da quasi vent’anni con l’Associazione Taoista Cinese e altri organismi internazionali per la diffusione del Taoismo.

I “fiori di uno stesso giardino” che si esibiranno durante la serata saranno molti, uniti dalle tantissime sfumature dell’arte, al fine di creare un vero momento di condivisione di emozioni e sensazioni.

  • “#PianoPreparato”: Michele Colucci, in arte Venovan, giovane musicista e compositore italiano, fonde arte contemporanea, oggetti di uso comune e musica.
  • “Oltre le apparenze” di Giuseppe Insolito. Legge: Giovanna Giaquinto. Al piano: Dario Basso
  • “Basterà un sorriso”, poesia di Francesco Petrillo. Legge: Giovanna Giaquinto. Alla chitarra: Giovanni Leone
  • “L’uno e il tutto”, monologo di Giovanna Giaquinto. Al piano: Dario Basso
  • Performance musicale del violinista Federico Fabbricatore
  • Opere “Amore infinito” e “L’abbraccio”, della scultrice Liz Mimì
  • Esposizione opere pittoriche di Francesco Leone, pittore e scenografo
  • Opera “Abel”, della pittrice e ritrattista Ornella di Scala
  • “Siamo tutti fratelli” della poetessa e performer Mariapia dell’Omo
  • Opere “La luce dell’abbraccio” e “L’estate nel cuore” della pittrice Svetlana Tomova
  • Mostra fotografica di Giuseppe Insolito
  • Mostra fotografica di Michele Monte
  • Esibizione musicale del trio elettro/acustico“Good Vibes”: voce di Angela Farina, voce e percussioni di Giuseppe Grillo, voce e chitarra elettrica di Giuseppe Ferraro
  • “Taratàntara”, rappresentazione teatrale di Alessandro Benedetto, con: Davide Volpe, Sabrina Nastri, Maria Scognamiglio, Giulia Chiara Guarracino. Regia di: Serena Leone. Coreografie di Martina Fasano. Musiche di Venovan
  • Gruppo corale CantEremo con la canzone “Amicizia è Volare”

This slideshow requires JavaScript.

 

Per maggiori informazioni, consultare la Pagina Facebook dell’evento.

 

 


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments