Trasporto pubblico nell’agro, parola ai sindaci

Spunti programmatici e lamentele all'ordine del giorno sono emersi all'incontro “Mobilità sull'asse Cava – Nocera Inferiore: un problema da risolvere o una risorsa da gestire”, a cui hanno partecipato i sindaci di Cava de’ Tirreni, Vincenzo Servalli, di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, di Nocera Superiore, Giovanni Maria Cuofano, l'onorevole Luca Cascone, presidente IV Commissione Consiliare "Lavori pubblici/trasporti/urbanistica" del Consiglio Regionale della Campania, ed l'ingegner Stefano De Luca, docente all'Università degli studi di Salerno. Il dibattito è stato anticipato dai saluti del portavoce nazionale Polis Sviluppo e Azione, Mimmo Oliva, e coadiuvato dall’ing. Francesco Saverio Minardi

0
Foto di Cristina Franco

Si è tenuto ieri presso l’Aula Consiliare del comune di Nocera Inferiore l’incontro “Mobilità sull’asse Cava – Nocera Inferiore: un problema da risolvere o una risorsa da gestire”. Il dibattito è stato introdotto dalla presentazione del prof. De Luca, esperto in organizzazione della mobilità e smaltimento del traffico. La situazione messa in risalto dal docente dell’Università degli studi di Salerno rappresenta gli aspetti più conosciuti dell’agro nocerino e non solo: dallo splendido isolamento della cittadina di Cava de’ Tirreni per la sua autosufficienza, agli spostamenti sistematici degli abitanti di Nocera Superiore.

Foto di Cristina Franco
Foto di Cristina Franco

Dando voce alle domande del pubblico, ecco che prontamente alcuni nodi vengono al pettine: la mancanza di zone ciclabili o possibilità di installare isole per il bike sharing, la problematica relativa alla diminuzione delle corse sia su ferro che su gomma strettamente collegata all’analisi sulla quantità di corse sull’orario di punta, le sorti della Linea Storica Salerno – Pompei – Napoli fortemente difesa dal suo comitato nato appena l’anno scorso e soprattutto lo stato impossibilità dei giovani residenti nel comune di Nocera Superiore nel raggiungere le città limitrofe per poter vivere le opportunità assenti nella propria città.

Foto di Cristina Franco
Foto di Cristina Franco

Il Sindaco di Nocera Superiore, l’avv. Giovanni Maria Cuofano  ha precitato che l’Amministrazione cittadina al momento preferisce compiere un passo alla volta nella costruzione di spazi di aggregazione a Nocera Superiore: «la Biblioteca Comunale oggi, il Forum dei Giovani domani». Mentre per quanto riguarda la situazione trasporti,  si immedesima nei pendolari costretti ad aspettare ore ed ore alla stazione essendosi ritrovato egli stesso in passato nelle medesime condizioni. Il Sindaco di Nocera Inferiore, l’avv. Manlio Torquato ha riconosciuto nel suo intervento l’impossibilità avuta in passato di coordinare le azioni in materia di mobilità tra le tre città protagoniste del dibattito. Precisando inoltre che non può esserci un sviluppo pensabile in provincia di Salerno che non parta dell’agro nocerino sarnese, arteria pulsante ridotta a ripostiglio disordinato per la sua breve estensione, tuttavia densamente abitata. Resta fermo l’interrogativo sul perché il trasporto pubblico si sia dimenticato di Nocera Inferiore.

Sara C. Santoriello
Sara C. Santoriello

La partecipazione al dibattito del sindaco di Cava de’ Tirrenti, il dott. Vincenzo Servalli scardina quanto detto su Cava de’ Tirreni e sulla sua autosufficienza. L’amministrazione cavese è intenta a potenziare la linea su ferro per ridurre il traffico del 15%, e ritiene le nuove isole pedonali un esperimento ben riuscito. Inoltre è in programma un potenziamento della linea da e verso l’università di Salerno.

L’intervento dell’Onorevole Luca Cascone si è focalizzato su quanto deciso nelle precedenti commissioni, spaziando dalle lamentele successive alla diminuzione del 30%delle corse su ferro, avvenuta negli anni passati. La volontà dell’Onorevole e della commissione si dimostra disponibile ad effettuare variazioni importanti sulla programmazione ferroviaria, ma i tempi di attesa burocratici che necessitano per modifiche e progettazioni rimanderanno eventuali progetti  a Dicembre o Giugno, unici momenti in cui possono essere contemplate variazioni.

La mobilità conferma nuovamente essere uno dei temi che più sta a cuore agli abitanti dell’intero comprensorio dell’agro-nocerino, e non sarà facile per le istituzioni, ma di certo non impossibile, stare al passo con i tempi, le innovazioni e soprattutto con le necessità della popolazione.


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments