#Room35. Il racconto della seconda puntata con Hide Vincent

Seconda puntata per #Room35, il format nato da una media partner esclusiva tra XXXV e la webzine musicale SENTIREASCOLTARE. Dopo il racconto del primo appuntamento in compagnia dei Tiger! Shit! Tiger! Tiger! (che potete leggere sempre su queste pagine) torna la rubrica che prova a raccontarvi in poche battute cosa accade realmente nella stanza più interattiva del web.

Un disco di legno (pregiato). Mi piace questa definizione. La rubo al protagonista di questa seconda puntata, Hide Vincent, moniker dietro cui si “cela” Mario Perna, musicista campano stregato dal cantautorato d’oltreoceano sulla scia dei migliori Bon Iver, Damien Rice e il riscoperto Keaton Henson. Musica pulsante che rimbalza su «legni pregiati», votata ad una ricerca sonora intensa e delicata, e che trova nelle trame imbastite dal violoncello di Sharon Viola un fido alleato. Un disco che ti entra sottopelle ed in grado di mettere in luce un potenziale espressivo da tenere in grande considerazione. Potenziale che trova il giusto sbocco anche nella proposta live del repertorio: atmosfere sospese, liriche intimiste, arrangiamenti melliflui ed essenziali ma sempre ben equilibrati sono l’ennesima carta spendibile dal giovane cantautore.

Mario Perna, room35
Studi di Room35. Foto Fabio Monetti

LOST & Delicate. Siamo appassionati di storie. Le cerchiamo ovunque ma siamo ugualmente felici quando sono loro a trovare noi. Quello di Hide Vincent è un percorso artistico che non è stato «segnato né da Gesù Cristo né da Joe Strummer dei The Clash», citando il buon Marino Severini dei Gang, quanto da J.J. Abrams e da quel LOST che nel lontano 2004 sovvertiva in un solo colpo tutti i canoni della serialità televisiva. Un fenomeno di culto, arricchito da colonne sonore di spessore, e che sono finite da subito nell’immaginario di Hide Vincent. Colpa di quella Delicate, estratta dall’album d’esordio del musicista irlandese, che con quella sua levità emotiva riesce a scavarti dentro e – a quanto pare – dettare anche nuovi percorsi artistici. Potere della Musica, uno dei pochi per cui avere sempre riguardo. Un live che vi consigliamo caldamente e le cui date potete trovare qui.

Di seguito la puntata integrale andata in onda sui canali Facebook e Youtube di SENTIREASCOLTARE


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments