Portici, primo piano sulle politiche giovanili

Un occhio attento al futuro dei giovani e proposte che incidono anche sul tessuto sociale. Le dichiarazioni dell’assessore Maisto

0

Di Tonia Ferraro

PORTICI (NAPOLI) – Due importanti appuntamenti patrocinati  dall’Assessorato alle Politiche Giovanili, in due splendide location cittatine: Villa Savonarola e Villa Fernandes.

Venerdì 23 ottobre alle 17.30 a Villa Savonarola di corso Garibaldi verrà presentato in conferenza stampa “Portici Scuola di Impresa, un percorso di formazione in direzione e gestione di impresa”, un percorso formativo a cura del Centro Servizi Giovani di Portici, gestito dalla cooperativa sociale “Seme di Pace Onlus” in ATI con la cooperativa Project Ahead,  

Formazione, preparazione e accompagnamento alla creazione e allo sviluppo di impresa: un workshop aperto a tutti coloro che vogliano imparare l’arte delle start up. Il corso è rivolto sia a chi è già imprenditore ma anche a coloro che abbiano intenzione di avviare un progetto imprenditoriale e vogliano confrontarsi con docenti ed esperti sulle tecniche basilari della gestione e della direzione aziendale.

Il percorso è a numero chiuso. Le iscrizioni chiuderanno venerdì 30 ottobre alle ore 12. Per partecipare è necessario visionare il bando e compilare il format su www.porticiscuoladimpresa.it.

«Il programma – ha spiegato Antonio Capece, direttore del CSG – si articolerà in 12 incontri settimanali di 4 ore e coinvolgerà i partecipanti in un apprendimento molto pratico, finalizzato a trasmettere loro abilità e competenze gestionali e manageriali necessarie per fondare e sviluppare un’impresa destinata a competere sui mercati nazionali e internazionali

La formazione, che avrà luogo presso il CSG con il patrocinio ed il sostegno del Comune di Portici, prevede la direzione scientifica del professor Luca Meldolesi, la collaborazione di Giugliano Scuola di Impresa e dell’Associazione Economia e Sviluppo.

migliodidee

Sabato 24 ottobre,  l’Amministrazione comunale di Portici, invita la cittadinanza a Villa Fernandes di via Diaz dalle 15.30 alle 20 per “Un miglio di idee : immagina il tuo spazio“, un workshop di progettazione partecipata sul riuso della dimora in stile neoclassico.

L’evento è organizzato in collaborazione di “Aste&Nodi – Agenzia informale di sviluppo locale”, un’associazione nata nel 2009 da un gruppo di studenti, laureati e ricercatori di diverse discipline che ha lo scopo di costruire un approccio complesso, non solo istituzionale, capace di comprendere maggiormente le dinamiche e le trasformazioni dei territori.

L’iniziativa mira a riportare la villa alla sua originaria collocazione: luogo di fermento culturale e centro di riflessione e dibattito permanente sulla lotta alla criminalità organizzata.

Polis SA Magazine ha incontrato l’assessore alle Politiche Giovanili di Portici Valentina Maisto, che ha dichiarato: «Queste iniziative sono nate dal desiderio di rispondere alle numerose esigenze dei giovani. Lo scopo è favorire i ragazzi che iniziano ad approcciarsi all’impresa ma anche spronarli a partecipare alla soluzione di bisogni complessi cui questa Amministrazione ha scelto di dare risposta. 

L’incontro di sabato a Villa Fernandes – ha continuato – si pone in continuazione di quelli iniziati il 23 aprile scorso con la finalità di avviare iter partecipativi. Questi percorsi saranno propedeutici a quello che sarà il bando di gestione della Villa, bene confiscato alla camorra e recentemente riaffidata al Comune: dovrà avere la funzione di bene sociale e rimanere a disposizione durante il giorno.

Villa Fernandes – ha poi concluso l’assessore – si propone come la sede da cui partirà un progetto alternativo per il territorio che si affianchi a quelli già esistenti, sostenibile, produttivo. Vedrà il coinvolgimento delle Istituzioni e sarà aperto in massima parte ai giovani ma anche alle associazioni e a tutta la cittadinanza in modo da incidere fortemente sul tessuto sociale.»


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments