Portici: nasce lo “Spazio Itaca”, la casa di tutti !

PORTICI: Nasce “ITACA” la “casa di tutti”, il primo centro di  aggregazione popolare della storia di Portici, sito in via Università nei pressi della storica reggia, ad opera del collettivo “Portici Città Ribelle” che da mesi, tramite lo strumento dell’assemblea pubblica, invita le persone a riappropriarsi dello spazio pubblico negato da molto tempo da una classe politica sorda su questo tema.

ITACA-02

Sabato mattina il collettivo si è riunito sul sito per liberare uno dei tanti beni pubblici abbandonati al degrado, col lavoro di tanti giovani (e non) volenterosi hanno cominciato una progressiva opera di riqualificazione per rendere il locale abbandonato uno spazio di aggregazione al servizio della comunità locale.

-Ma che cos’è ITACA?

<< Itaca è uno spazio che è stato reso fruibile per tutti appunto attraverso varie attività che faremo in seguito, come ad esempio teatro, ambulatorio medico per tutti, doposcuola per i bambini, rendendo la zona di via università molto più attiva rispetto a quello che è oggi, anche, ad esempio, a disposizione degli studenti della vicina Università Agraria, che alle sei del pomeriggio si troveranno con le aule  studio chiuse, potranno venire qui>>

ITACA-00

Lo scopo di “ITACA” è quello di riqualificare lo storico “quartiere della Reggia”, da decenni oramai dimenticato dalle istituzioni. L’iniziativa è infatti stata accolta con molto entusiasmo dai residenti di via università che si sono messi subito a disposizione dei ragazzi del collettivo che si adoperavano a ripulire il locale fornendo il loro supporto. Gli stessi ragazzi del collettivo hanno ringraziato i residenti organizzando domenica una “grigliata sociale” gratuita per tutta la comunità.

avete fatto tutto da soli?

<<si, abbiamo fatto tutto da soli, senza alcun ausilio di alcun partito politico locale. Noi siamo totalmente autonomi, apartitici, Itaca è un luogo comune apartitico, appunto, pronto ad accogliere chiunque, basti che si rispetti quello che sarà lo statuto interno di “bene comune” utile alla collettività ! abbiamo trovato aperto questo spazio appartenente all’area della  “città metropolitana di Napoli” (la ex provincia) che già doveva essere affidato tramite un bando, ma poi non è più successo, e anche rafforzati dal fatto che proprio pochi giorni fa è passata una legge del Tribunale del Riesame di Roma  che autorizzava coloro che avessero delle particolari attività sociali ad occupare legalmente questi posti inutilizzati per renderli utili per la comunità.>>

DSCN0127

Il riferimento riguarda l’associazione culturale Brancaleone di Roma, che stava per essere sgombrata a causa di una delibera della precedente giunta Marino (la delibera 140), ma che ora grazie a una ordinanza emanata martedì dal Tribunale del Riesame la quale decreta che gli assegnatari di “spazi sociali e culturali” possono continuare ad occuparli anche in assenza di rinnovo delle concessioni perché non sussiste reato, può riaprire i battenti.

Il collettivo “Portici Città Ribelle” dallo scorso settembre promuove iniziative sociali nella più totale autonomia dalla partitocrazia locale tramite lo strumento dell’assemblea pubblica, organizzando eventi che toccano vari temi di una certa importanza, come la sorte dei beni comuni, la terra dei fuochi, ecc. a cui hanno partecipato diversi esponenti delle istituzioni locali e “giornalisti impegnati”.

L’apertura di questo nuovo “Spazio Itaca”è un ulteriore tassello dell’attività del collettivo volto a “risvegliare la coscienza popolare” di una cittadinanza tipicamente borghese, quella porticese,  poco attiva e completamente disabituata alla “democrazia partecipativa”, sopita da sempre nella tradizionale logica della democrazia rappresentativa.

ITACA-03


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments