Pasqua: tra liberazione, redenzione e sangue innocente

La Pasqua è un evento importante e mistico.

Pur se in date e modalità distinte, incrocia da un lato il  Pèsach ebraico che celebra la Liberazione, l’andare oltre indenni, liberati dalla decima piaga d’Egitto grazie al segnale del sangue d’agnello tracciato sulle porte, e da l’altro il dogma cristiano della Redenzione, incardinato con la rinascita a nuova vita grazie al sacrificio, molto più che simbolico, offerto da un dio fatto uomo, prima torturato a morte e poi resuscitato.pessach11

C’è una trasversalità fondamentalmente comune tra queste due celebrazioni, seppur ben distinte tra loro: lo spargimento di sangue,  elemento nel quale si sublimano, senza fraintesi, sia la vita che la morte.

Dal punto di vista laico ed etico è conseguenziale traslare il tutto nell’ottica degli ultimi avvenimenti che stanno scuotendo la società civile.

Da una parte il mondo mussulmano che naviga nelle sue millenarie divisioni e tollera, in modi diversi, gli integralismi del sedicente califfato che rispolvera una intransigente jihad, madre di tutte le guerre agli infedeli (arabi o occidentali che siano); e dall’altra il cupo nichilismo filo cristiano, incapace di offrire l’anelito di civiltà che è presente nella redenzione e di cui ha bisogno, come non mai, nel momento in cui le escatologie religiose sembrano capaci solo di posizionarsi all’interno della disperazione della vita individuale e collettiva.

Tanto sangue si sta spargendo, sia da una parte che dall’altra, in modi diversi, per ragioni diverse e per interessi diversi. Sangue che  – semmai lo fosse – non ha scopo di essere versato se non per sostenere un rigurgito di sopraffazione violenta: economica e sociale. E sia chiaro: le ragioni religiose, come è storicamente provato, c’entrano come il cavolo a merenda.

Noi del Magazine di Polis SA abbiamo scelto oggi di non pubblicare altro che questo breve editoriale.

Per la nostra convinta laicità la Pasqua rappresenta – oltre l’evento – un’opportunità, sia di riflessione che di stimolo all’azione.

La nostra informazione è animata da questo intento, perché promossa da uomini liberi che credono nei valori dell’impegno sociale.

Auguriamo alla nostra redazione e a tutti i nostri lettori una pasqua etica, solidale e civile, oltreché di serena riflessione.

uova di pasqua


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments