Oscar ecoturismo 2018 assegnato alla Calabria per la spiaggia più accessibile

 

È il Valentino Beach Club di Catanzaro ad aggiudicarsi il riconoscimento

 

Diversamente fighissimi si occupa oggi dell’Oscar per l’Ecoturismo.

Alla Fortezza da Basso di Firenze, in occasione della X edizione del Buy Tourism Online, la Fondazione Cesare Serono e Legambiente hanno premiato il Valentino Beach Club di  Giovino, Catanzaro, come spiaggia più accessibile tra quelle recensite.

La spiaggia che si è aggiudicata il premio è gestita dalla Zarapoti Società Cooperativa Sociale, cooperativa senza fini di lucro attiva fin dal 1966 nel sociale, soprattutto nei riguardi di persone svantaggiate e giovani disagiati. Nel 2016 realizza il Valentino Beach Club, struttura balneare che abbatte totalmente le barriere architettoniche  anche attraverso l’utilizzo di attrezzature altamente innovative, uniche nel panorama nazionale.

La Fondazione Cesare Serono, ente senza fini di lucro, nasce nel 1973 e la sua mission è quella di porre la persona al centro del sistema sociale e sanitario; ha iniziato di recente la collaborazione con Legambiente, collaborazione che, come ha dichiarato il direttore della Fondazione Gianfranco Conti, si può tradurre con lo slogan

«Un ambiente di qualità libero per tutti».

Gianfranco Conti ha poi spiegato: «Il censimento delle spiagge accessibili è il logico proseguimento di vari progetti che Fondazione ha varato nel tempo per aiutare le persone diversamente abili a scegliere le offerte più consone al loro stato. I momenti di evasione sono importanti per tutti, da qui l’idea della mappatura multimediale delle spiagge accessibili».

Sebastiano Venneri, responsabile di Legambiente, ha dichiarato: «Rendere accessibile una spiaggia, o qualsiasi altro ambiente, non è solo una questione di strutture tecniche o di barriere architettoniche. Le barriere culturali sono le più difficili da abbattere e su questo terreno la sintonia con Fondazione Cesare Serono è totale».

Nella spiaggia di Giovino il disabile motorio non solo ha la possibilità di sfruttare strutture all’avanguardia, come una sedia mobile a energia solare, chiamata Job”,  per il trasporto dentro l’acqua che si muove sul “Seatrac”, una pedana mobile che consente di arrivare in acqua in completa autonomia,  ma trova soprattutto accoglienza e affetto. Numerose sono le attestazioni di gratitudine sulla pagina Facebook del Valentino Beach Club di chi ha potuto usufruire di questi servizi, persone con disabilità grave che non avevano mai potuto fare un bagno in mare in tutta la loro vita e finalmente hanno realizzato questo sogno, entrando nelle acque cristalline della costa ionica calabrese.

«L’Oscar dell’Ecoturismo 2018 viene assegnato al Valentino Beach Club di Catanzaro»  ha precisato Sebastiano Venneri « per le straordinarie e innovative soluzioni che hanno reso possibile l’accesso in mare a persone con disabilità motorie in totale autonomia, uno dei pochissimi stabilimenti balneari in Italia che può vantare questo primato».

Fabio Corigliano, Presidente di Zarapoti Società Cooperativa Sociale, sottolineando la soddisfazione per il premio ricevuto, dichiara di «accettarlo con grande gioia perché riconosce la bontà del nostro progetto realizzato faticosamente e senza alcun sussidio pubblico, ma siamo contenti anche per la Regione Calabria, che ha tanti valori positivi da esprimere».

Sperando che molte altre spiagge si dotino presto di strutture ricettive per persone con disabilità, segnaliamo che a questo link è possibile trovare un elenco di spiagge accessibili:

https://www.disabili.com/viaggi/speciali-viaggi-a-tempo-libero/spiagge-accessibili

 

Fonte delle immagini: Sito della Valentino Beach e Sito della Fondazione Serono

 

 

 

 

 

 

 

 


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments