Nocera Superiore: la strana storia del “diporto scolastico”!

0

di Anna Cuomo

 

Una mamma una mattina si sveglia e dopo un infinito tran tran, fatto di “svegliati”… “fai colazione” … “lavati i denti” … “prepara la borsa” … “posa i libri di tuo fratello” … “hai preso la merenda?” … “mettiti il maglione” … “dove sono finite le chiavi della macchina?” … “posa i miei documenti che non sono tovagliolini” … Sospiri, anche stamattina sei fuori di casa in orario (quasi)! … presentabile (almeno con le scarpe appaiate)! … con i bambini ordinati pronti per il pulmino che da casa li porta a scuola!

No, no! … ma in che paese pensi di essere?

Sveglia! … pensi davvero che lo scuolabus venga da te?

Ma dove abiti mai? … sulla Luna?

Qui a Nocera Superiore i bimbi non vanno da casa a scuola!

No! Sarebbe troppo semplice e soprattutto di reale aiuto alle famiglie che hanno problemi di orario per lavoro o non hanno la possibilità di accompagnarli a scuola! Qui funziona così: i bambini li porti nel vecchio plesso di appartenenza (sprovvisto di punto di raccolta adeguato) e di lì, verranno convogliati, a mezzo pullmino, nel nuovo plesso! … per il ritorno il percorso inverso sempre nello stesso punto di raccolta (inesistente … poi se mi nasce una piazzetta o slargo in nottata ben venga!), come se il problema fosse la dislocazione dei plessi e non il trasporto dei bambini a scuola!

Bene, questo tipo di servizio è “integrativo” del trasporto scolastico classico! Non sarebbe stato più lineare e coerente potenziare, il servizio esistente? Viene offerto in maniera gratuita, per gli spostamenti da plesso a plesso, ma di fatto il servizio è inservibile. Forse, sarebbe bastato aggiungere al bando classico di trasporto, pensato a giugno per una utenza più vasta in previsione dei lavori, una sorta di “sconto agli alunni dislocati”. Sarebbe stata una soluzione più economica e più attenta alle esigenze di tutti.

Vada per la buona volontà,  ma la pezza messa a “nascondere” i disagi, sembra complicare anziché semplificare la vita degli scolari di Nocera Superiore e delle loro famiglie!

Nota:

Immagini dal web


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments