Mobilità urbana: analisi sugli interventi dell’asse Cava – Nocera Inferiore

Ad anticipare l'incontro tematico "La mobilità sull'asse Cava-Nocera Inferiore: un problema da risolvere o una risorsa da gestire?" che si terrà domani 20 Novembre alle 18,30 presso l'aula consiliare del comune di Nocera Inferiore, un articolo dell'ing. Francesco Minardi sulle problematiche odierne relative alla mobilità urbana

0

Il 20 novembre 2015, presso l’Aula Consiliare del comune di Nocera Inferiore, si parlerà di mobilità urbana. Un argomento scottante, un problema della nostra vita quotidiana ma, allo stesso tempo, un’azione imprescindibile per ognuno di noi.

Ormai è acclarato che la mobilità è un sistema e non è possibile considerare un singolo tratto stradale come se fosse avulso da una rete. Non è immaginabile un intervento su un singolo tratto stradale ignorandone gli effetti sull’intera rete.

Passiamo gran parte della nostra vita negli spostamenti quotidiani per le più svariate motivazioni (scuola, lavoro, tempo libero…) e utilizziamo gran parte del nostro tempo nelle code stradali e nella disperata ricerca di sosta. In pratica, siamo noi il traffico! Continuiamo a congestionare le nostre strade aggravando una condizione di salubrità dell’aria delle nostre città.

La mobilità urbana è un fenomeno altamente complesso, con forti contraddizioni già al suo interno. Gli elementi che la compongono sono in parte di natura tecnica e, quindi, governati dalle leggi della fisica; ed in parte di natura sociale e, quindi, governati da scelte di natura comportamentale individuale di ogni utente.

Imbattendoci in un’analisi sul tema, scopriamo che il Sistema di trasporto si compone di 2 elementi:

  • DOMANDA DI TRASPORTO: Le famiglie “scelgono” di muoversi in base alle attività presenti sul territorio, “scelgono” il modo con cui spostarsi, il percorso ed il tempo;
  • OFFERTA DI TRASPORTO: L’insieme delle infrastrutture presenti sul territorio, che utilizzano gli utenti per rendere concrete le loro “scelte” di volersi spostare.

Per quanto premesso è evidente che non è possibile prevedere le conseguenze degli interventi progettati (inversione segnaletica stradale, nuove aree di sosta,nuovi incroci etc…..) basandosi unicamente sull’esperienza e l’intuito. Non è possibile progettare interventi ignorando gli effetti che il singolo tratto stradale comporterebbe all’intera rete.

11111Analizzando gli spostamenti pendolari (fonte Censimento ISTAT) è possibile quantificare gli spostamenti per lavoro, classificati per mezzo di trasporto e per tipologia dello spostamento:

  • spostamenti interni al territorio comunale di Nocera Inferiore;
  • spostamenti di uscita da Nocera Inferiore;
  • spostamenti in ingresso a Nocera Inferiore;
  • spostamenti in attraversamento del territorio comunale.

Ne risulta la seguente tabella sugli spostamenti pendolari per lavoro riferiti all’anno d’indagine:

2222v

Per la mobilità di scambio (uscite e ingressi) il modo di trasporto preponderante è l’auto privata, con oltre l’80% di quota fra conducenti e passeggeri. Il mezzo pubblico (fra treno e autobus extraurbani) arriva al 15% negli spostamenti in uscita. Per gli spostamenti interni invece rilevante è la quota di spostamenti non motorizzati (bici e piedi), date anche le dimensione contenute della conurbazione di Nocera Inferiore. Per gli spostamenti di scambio (uscite e ingressi) le origine e destinazioni più frequenti sono da e per i due Comuni limitrofi (Nocera Superiore e Pagani) e da e per il capoluogo provinciale (Salerno).

3vvvv

Rilevanti risultano anche gli ingressi da Cava de’ Tirreni e Sarno e le uscite verso Napoli.

Cosa ne traiamo da questa semplice analisi:

  1. Gli spostamenti interni sono funzionali alle attività sul territorio. Ergo, possono essere governati;
  2. La mobilità esterna si divide, in mero transito, ed in direzione di attività territoriali. Anche quest’ultima può essere governata.

La situazione appare sempre più insanabile visti i flussi in confronto alle capacità delle nostre strade. Motivo per il quale dobbiamo diventare arbitri del nostro destino.

Ne parleremo venerdì 20 novembre durante l’evento tematico LA MOBILITA’ SULL’ASSE CAVA – NOCERA INFERIORE Un problema da risolvere o una risorsa da gestire?  insieme ai saluti di Mimmo Oliva, POLIS SA, e con gli interventi del prof.  Stefano De Luca, UNISA, ed i sindaci di Cava de’ Tirreni – dott. Vincenzo Servalli, di Nocera Superiore – avv. Giovanni Maria Cuofano, di Nocera Inferiore – avv. Manlio Torquato, ed il consigliere regionale Presidente della Commissione Trasporti – ing. Luca Cascone.


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments