La Cena del Buonumore nasce con l’intento di promuovere e di sperimentare la pratica dello Yoga della Risata, una pratica ideata da un medico indiano il dottor Madan Kataria e sua moglie Madhuri Kataria, per imparare a Ridere Incondizionatamente e giovare dei salutari effetti psicofisici benefici. La cena è un occasione per conoscere la disciplina in modo informale, così la pizza diventa un pretesto per ritrovarsi insieme agli altri e accomunati dalla curiosità e dal piacere di stare a tavola in un modo più dinamico, incoraggiando la cultura del Buonumore. Così la Cena del Buonumore, l’ApeRido (Aperitivo ridente), l’HappyHour ridente (la consumazione di uno stuzzichino nel tardo pomeriggio), nel mondo dello Yoga della Risata diventano

Schermata 2017-05-19 alle 19.06.59

La tavola diventa una base di atterraggio su cui tornare per stuzzicare qualcosa e da cui ri-partire di volta in volta per cimentarsi e sperimentare l’efficacia degli esercizi di attivazione della risata che da Spin-tanea ben presto diventerà Spon- tanea facilitando contagiose e fragorose risate sonore. Si inizia con un calapping ritmico mentre si mantiene un costante contatto oculare con gli altri partecipanti e si vocalizza un mantra sonoro. Questo esercizio è più efficace in gruppo perché si è stimolati al coinvolgimento e alle vocalizzazioni che vanno a preparare la risata Auto-indotta. Poi si può continuare con alcuni degli esercizi di risate di gruppo come la Risata Silenziosa, la Risata di Benvenuto, la risata Milk Shake, la Risata dell’Orso e alternarle a un vero e proprio tormentone che ha lo scopo di incitare al movimento fisico e suscitare o risvegliare emozioni positive. Gli esercizi che prevedono l’uso dell’immaginazione stimolano la capacità del “far finta di” così il divertimento è assicurato.

Quando tu ridi, tu cambi. Quando tu cambi, il mondo intorno a te cambia

Madan Kataria

Il gioco è la trama, l’ingrediente di base indispensabile e insostituibile per riconnettersi alla giocosità e alla libertà dello spirito del bambino interiore. Le persone diventano più vitali, più ottimiste e più felici. Il gioco favorisce la condivisione, crea relazioni empatiche e armoniche anche tra chi si ritrova allo stesso tavolo insieme per la prima volta. Il divertimento e il gioco diventano così il canale della Risata Incondizionata, l’alchimia tra corpo e anima.

Una delle pratiche più diffuse nel mondo dello Yoga della Risata è la “benedizione del cibo”. I pensieri di gratitudine e di amore trasmessi coscientemente al cibo che ci apprestiamo a consumare vanno a nutrire anche la nostra anima.

Il dottor Madan Kataria ha ideato la “ridente benedizione del cibo” per ringraziare e suscitare un atteggiamento di rispetto, di amore e di riconoscenza per la natura, per le persone che hanno prodotto il nostro cibo, per chi lo ha preparato e per chi alla fine si appresta a consumarlo. Allora è divertente vedere le mani dei commensali compiere movimenti accompagnati dalla voce e dalle risate di tutti. Quando si ride tutti insieme, è inevitabile percepire l’energia che sale e ben presto anche chi fa fatica a lasciarsi andare dopo qualche risata collettiva verrà contagiato e si ritroverà a ridere inconsapevolmente.

La tua gioia scatena il tuo sorriso ma altre volte può essere il tuo sorriso a scatenare la tua gioia

Thich Nhat Hanh

18618416_951887764847685_357134137_o

La cena del Buonumore ben presto diventa l’occasione per ripetere l’esperienza e ritrovarsi a ridere e divertirsi ancora una volta insieme consapevoli che la Risata Incondizionata può diventare una pratica quotidiana, un nuovo modo di approcciarsi alla vita, una nuova modalità di affrontare gli avvenimenti con risolutezza e positività.

*Gabriella Faiella proseguirà sul Magazine la divulgazione dello Yoga della risata e di tutti gli aspetti ad esso connessi

**Le immagini che ritraggono le persone sono state modificate nel rispetto della privacy


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments