L’intervista. Carmine Califano: «Mi Chiamo Thiago è il racconto onirico di un’intera generazione»

Il prossimo 26 maggio andrà in scena al Teatro Diana di Nocera Inferiore (SA) l’opera teatrale Mi Chiamo Thiago, liberamente ispirata all’omonimo romanzo scritto da Mimmo Oliva e Peppe Sorrentino. A curarne l’adattamento Carmine Califano (attore, regista, autore teatrale) che con il suo Collettivo Acca (Arte e Cultura Comuni dell’Agro) – fondato nel 1989 – ha diretto oltre 50 spettacoli teatrali privilegiando testi di autori italiani.

Lo abbiamo incontrato per una breve intervista sullo spettacolo in lavorazione e che potete visionare di seguito:

SinossiMi chiamo Thiago è il racconto di una storia di potere e di intrighi vissuti da dentro «il Sistema». Il viaggio di un’anima complessa. Un personaggio inventato, il cui cammino verso la libertà è fatto di percorsi incerti e tortuosi ma anche esperienze irripetibili, tradimenti, eroica umanità, viltà, illusioni e disillusioni. Di seguito il booktrailer:

Su Polis SA Magazine potete inoltre leggere l’intervista ai due autori realizzata in occasione della pubblicazione del romanzo, a cura di Carmine Vitale e Davide Speranza. Per ulteriori informazione sullo spettacolo vi rimandiamo alla pagina social dell’evento.

 


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments