Siamo in Campania, terra di sogni, d’arte, di cultura e di calcio. Ai piedi del Vesuvio è ancora vivo il ricordo di Diego Armando Maradona che con i suoi goal fece impazzire Napoli fino agli scudetti del 1986 e del 1990.due-scudetto La Campania non ha mai smesso di misurarsi con il grande palcoscenico calcistico, cercando sempre di emergere dallo stereotipo di regione arretrata e passiva rispetto al resto della penisola. Un aspetto che lo si può vedere anche nello sport, nella fattispecie nel calcio dove i tanti giovani, spesso per sfuggire alla “vita facile” della strada, concentrano le proprie attenzioni con la speranza di emulare un giorno le gesta dei grandi campioni. Da Cannavaro ad Insigne, passando per Quagliarella, Di Natale e Donnarumma. Sono solo alcuni dei tanti nomi illustri che il nostro massimo campionato di Serie A annovera fra le eccellenze del nostro calcio. Fra le 20 squadre italiane che hanno preso parte all’attuale stagione 2015/2016, sono precisamente 30 i calciatori campani che hanno raggiunto il traguardo tanto ambito di giocare nei templi del calcio nostrano come lo stadio “Meazza” di Milano, lo “Juventus Stadium” di Torino e l’”Olimpico” di Roma, solo per citarne alcuni.

Focus per squadra dei calciatori campani in Serie A

Nell’Atalanta figurano tre nomi : i classe ’81 Guglielmo Stendardo e Giulio Migliaccio e il bomber ex Milan, classe ’82 Marco Borriello. A Bologna l’estremo difensore degli emiliani è Antonio Mirante, classe ’83, cresciuto nella Juventus ma nato a Castellamare di Stabia, ad oggi conta più di 300 presenze in Serie A. La matricola Carpi invece, nella speranza di una salvezza ancora alla portata, punta molto sui due suoi pilastri campani come il classe ’87 Raffaele Bianco e il terzino destro Gaetano Letizia classe ’90. Nel Chievo Verona invece, Gennaro Sardo, terzino destro classe ’79 di Pozzuoli e Antonio Floro Flores di Napoli, sono gli unici due campani a figurare fra le fila della società del Presidente Campedelli. In Toscana invece, fra Empoli e Fiorentina invece, compare un solo calciatore per squadra. Si tratta di Raffaele Maiello, giovane classe ’91 di proprietà del Napoli, in prestito alla squadra del tecnico Giampaolo fino alla fine della stagione, e di Luigi Sepe, anch’egli in prestito dal Napoli, classe ’91, attualmente secondo portiere della viola della famiglia Della Valle.

NAPLES, ITALY - October 5 : Lorenzo Insigne of Napoli celebrates after scoring goal 1-1 during the Serie A match between SSC Napoli and Torino at San Paolo Stadium on October 5 , 2014 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

La marea azzurra di calciatori provenienti dalla provincia di Napoli, riparte poi dall’altra neopromossa di questa stagione, ovvero il Frosinone del tecnico Stellone, che presenta ben due calciatori campani in rosa : Andrea Russo, difensore classe ’87, e Simone Verde, attaccante del ‘96, autentico fiore all’occhiello però del settore giovanile della Roma. A Genova, sponda rossoblu invece, oltre al secondo portiere Donnarumma, troviamo Armando Izzo, difensore 23enne cresciuto nel Napoli, ma che con la maglia azzurra di fatto non è mai riuscito a giocare. L’Inter di Thoir invece, sembra aver puntato molto sull’unico campano in rosa, ovvero Danilo D’Ambrosio, ex della Salernitana ma napoletano doc. Con l’Inter ha anche siglato un goal in Europa League. Dall’altra sponda di Milano, quella rossonera, nel Milan di Berlusconi, oltre ad Abate difensore di Sant’Agata dei Goti, ma che ha giocato con il Napoli nel primo anno in Serie C dopo il fallimento, troviamo la vera e propria rivelazione del calcio campano e presto anche di quello italiano, stiamo parlando di Gianluigi Donnarumma. donnarummaAttuale portiere titolare del Milan, con i suoi 17 anni, è il più giovane portiere ad aver esordito in una nazionale di calcio. Lo ha fatto lo scorso 24 marzo nella vittoriosa trasferta in Irlanda degli azzurrini valida per le qualificazioni al campionato europeo under 21 anni nel 2017. Da un futuro campioncino ad una certezza del calcio italiano come Lorenzo Insigne che paradossalmente è l’unico calciatore campano a giocare nel Napoli. Quest’anno ha stabilito il record di goal con la maglia azzurra con le sue attuali 12 realizzazioni. A Palermo invece, la squadra di Zamparini conta si diversi calciatori campani in rosa, ma per la maggior parte della provincia di Salerno. Andrea Rispoli e Stefano Sorrentino, rispettivamente difensore e portiere dei rosanero, sono entrambi di Cava dè Tirreni, mentre Enzo Maresca e Roberto Vitiello, provengono da Pontecagnano e Scafati. L’altro campano in rosa è invece Giuseppe Pezzella, giovane classe ’97 di Napoli, in grande evidenza nelle ultime giornate di campionato. La rivelazione del campionato, il Sassuolo di Eusebio Di Francesco, presenta in rosa uno dei leader degli ultimi anni del Napoli di De Laurentiis, stiamo parlando di Paolo Cannavaro, ex capitano degli azzurri, classe ’81, fratello del Pallone d’Oro Fabio, Campione del Mondo nel 2006 in Germania. La Sampdoria di Vincenzo Montella invece può contare su Fabio Quagliarella, noto attaccante del calcio italiano e da sempre un lusso e un vanto per il calcio napoletano. Sono invece Giuseppe Vives e Cristian Molinaro a rappresentare la regione nel Torino di Cairo. Il primo, nato a Napoli, è un pupillo dell’attuale tecnico Gianpiero Ventura, il secondo invece, è di Vallo della Lucania, in provincia di Salerno, e proprio con la Salernitana ha esordito nel calcio professionistico in serie B. Anche il Verona, fanalino di coda dell’attuale stagione in Serie A, conta un campano in rosa, stiamo parlando del secondo portiere Fernando Coppola. L’Udinese della famiglia Pozzo invece, ha nel suo pilastro e capitano da anni del sodalizio friulano, un campano doc come Antonio Di Natale, che proprio con il club bianconero ha siglato ben 226 reti in 12 stagioni, portandosi ad un totale di 299 goal in carriera, ad una sola rete dal record assoluto. Da gennaio l’Udinese ha ingaggiato anche un altro perno del calcio campano come Francesco Lodi, ex capitano del Catania dei miracoli.

Le conclusioni in numeri

A conclusione di questo percorso, facendo un breve resoconto, possiamo notare come il Palermo con 5 calciatori, sia la squadra italiana con più atleti in rosa.news_img1_81029_sorrentino-infortunio Uno solo il Napoli, che però ne ha cresciuti ben 9. Nessun campano per Juventus, Lazio e Roma. Facendo invece una rapida scansione per province, i numeri mostrano come i calciatori di Napoli siano 23, Salerno 5, Benevento e Caserta 1, Avellino 0. Di Natale, con i suoi 38 anni, è il calciatore campano più anziano, mentre il più giovane è “Gigio” Donnarumma del Milan con i suoi 17 anni. Napoli e Castellammare di Stabia invece sono le città con il maggior numero di atleti presenti nel campionato italiano di Serie A.

La possibile formazione

Ipotizzando una possibile formazione, prendendo in esame questa singolare rosa di calciatori, potremmo schierarla in questo modo :

4-3-3

G.Donnarumma

 

Abate

Molinaro

Cannavaro P.

Stendardo

 

Vives

Lodi

Maresca

 

Borriello

Di Natale

Insigne


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments