Giffoni Film Festival 2018 : experience ed emotions

0

Si è aperta ufficialmente il 20 luglio la kermesse cinematografica, musicale, esperienzale e mediatica più attesa del momento: Il Giffoni Film Festival.

A Giffoni Valle Piana, in provincia di Salerno, dal 20 al 28 luglio , si sono svolte proiezioni di film,eventi speciali, laboratori, incontri con ospiti e talenti del mondo del cinema, della musica, della tv, del web e delle istituzioni. Tra tutti, il compito più arduo è quello affidato a 5601 giurati, (dai 3 anni ai 18 anni, con sessioni anche per i genitori),  a cui spetta decretare i vincitori tra 100 cortometraggi e film in concorso. Ben 4500 i film inizialmente  iscritti in preselezione che il team della direzione di Giffoni ha valutato e sottoposto ai suoi giurati.

Diversi i film, accomunati da una visione del mondo visto con gli occhi di un ragazzo : dal film “The Falcons” sul tema del bullismo e della violenza intrafamiliare al film “Brother”,sul profondo legame tra fratelli anche nelle condizioni piu’ estreme della guerra.

Tante le sale allestite per l’occasione, tutte climatizzate ed attrezzate: sala Truffaut, sala Alberto Sordi, sala Lumière, sala Galileo, sala Blue, sala Verde ed inoltre gazebo e spazi tematici per laboratori, workshop e incontri esperenziali.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Apre l’edizione, in qualità di primo ospite, il cantante Andrea Bocelli, che riceve il premio Trauffaut. La sua vicinanza al mondo dei piu’ giovani non è solo formale, ma sostanziale, con il sostegno a tanti progetti educativi con la fondazione Andrea Bocelli foundation. Sfilano sul blu carpet del Giffoni film festival, il cantante Ermal Meta, con elegante camicia blu, in tinta con il tappeto e grandi occhiali scuri: si concede poco agli scatti dei fotografi, artista tanto talentuoso, quanto schivo. Piu’ generoso con i fotografi e con il pubblico , il regista Fernand Ozpetek, che concede generosamente autografi a tutti i giovani cinefili che ne fanno richiesta. Ed ancora sfilano Luca Barbarossa,Rocco Papaleo,Alessandro Siani,Diletta Leotta,Francesca Michielin,Fabrizio Moro, Ultimo, Lorenzo Baglioni,Gianmarco Tognazzi,  e molti altri.

Presenti al Festival ,anche il Presidente della Camera, Roberto Fico, che sancisce il grande valore culturale del Festival ed il Vicepresidente del Consiglio dei Ministri Luigi di Maio, che individua nel festival un modo per riuscire a coinvolgere i giovani a trovare occasioni di lavoro.

Il programma è,inoltre, ricco di manifestazioni che si svolgono, contemporaneamente, anche per le strade della città :Street Fest, con spettacoli ed artisti di strada.

E dopo l’emozione di fare un giro sulla  mongolfiera gigante alimentata dal fuoco, ci si imbatte, camminando, nei mostruosi pupazzi del film a cartoni “Hotel Transilvania 3-una vacanza mostruosa”.

Da segnalare,inoltre, alcuni dei progetti piu’ innovativi che hanno sostenuto e vivificato  il festival:

-la selezione di due minireporter , i piccoli Francesco e Adolphine, che hanno fatto interviste agli ospiti, dopo aver   vinto i casting realizzato nell’ambito del progetto Original Days dal brand Original Marines;

– il progetto BiKeMi, il primo sistema al mondo di integrazione tra bici tradizionale e bici a pedalata assistita, possibile grazie al contributo di Italia Bike Sharing Clear Channel, nella persona di Sergio Verrecchia, che ha reso possibile lo spostamento gratuito  su due ruote per tutti i partecipanti e per tutta la durata della manifestazione ;

– l’intervento strutturato di BPerBanca, nella persona   di Ermanno Ruozzi,direttore territoriale   fermamente convinto nel sostegno culturale, economico ed intellettuale al festival;

-il progetto “gusto di un ricordo”, che ha reso possibile la creazione di una lounge room dove sono intervenuti ospiti d’eccezione, come  Marco Ponti, Brando de Sica, Simona Cavallari, realizzato grazie alla collaborazione tra Giffoni Film festival  e I.B.G. spa,azienda leader nel settore.

Pertanto,alla fine di tutta la lunga maratona multimediale, non rimane altro da fare che decretare  la riuscita del Giffoni Film Festival 2018 con la definizione che il Festival stesso ha scelto per sè : “Giffoni experience” .

Ed, inoltre ,”  last, but not least”, un ringraziamento a Polis Sa Magazine,  che ha reso questa esperienza, una vera emozione.

Barbara Colurcio

 

 

 

 


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments