Cos’è la Costituzione? Il Corriere della Sera provò a suggerire una risposta: «è la nostra casa» (Se in una comunità tutti valgono come esseri umani, tutti insieme partecipano alla vita della comunità). Chi non conosce le sfumature della macchina amministrativa e politica incarnata dallo Stato vive una cittadinanza monca. 

66c9eed121277d8be2df09ce25c4687a6Già a partire dal 1958, Aldo Moro la inserì all’interno del volano di materie curriculari. Nel 1985 il Ministro Falcucci la denominò Educazione alla convivenza democratica. Risale al 2009 la sperimentazione Brocca, l’ultimo progetto che incluse al suo interno il Diritto e l’Economia, nel biennio della scuola secondaria di secondo grado. Due ore a settimana, per nove mesi, per due anni, riuscirono a costruire un minimo di coscienza civica negli studenti: per lo meno, qualcuno si pose delle domande rispetto all’assetto giuridico-politico-sociale di questo paese. Rispolverare i diritti fondamentali e cercare di comprenderne il senso manteneva viva l’attenzione sui temi.

Siamo nel 2016 e soltanto in due o tre tipologie di istituti si pratica l’arte dell’educazione civica (il nuovo indirizzo economico-sociale e la più antica ragioneria). Educare alla cittadinanza significa combattere la criminalità o, altresì, creare quel senso di responsabilità e di consapevolezza che permette agli individui di relazionarsi con gli altri.

Non solo, uno spazio dedicato alla discussione di temi, all’apparenza complessi, diventa un laboratorio di idee e di creatività che arricchisce il percorso formativo dello studente.

In India, a partire dalle medie (dal V al VII anno) si studiano le Scienze Sociali: storia, geografia, economia, educazione civica, e così fino alla fine del liceo inferiore (dal VIII al X anno). Nei paesi scandinavi le Scienze Sociali rappresentano una delle materie comuni a tutti gli indirizzi di studio. In Italia, come dicevamo, la disciplina viene perennemente bistrattata. Una provocazione forte sarebbe quella di sostituire l’ora settimanale di religione con lo studio delle norme di convivenza, cittadinanza o politica. Un monito che non tutti gli istituti accoglierebbero.

 


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments