De Chirico e la Ricostruzione alla MetaMorfosi Art Gallery di Spoleto

SPOLETO – Nella piazza del Duomo, che dal 1958 registra i successi del Festival dei Due Mondi, l’associazione Metamorfosi inaugura un nuovo spazio espositivo con l’esposizione dedicata a de Chirico, dal 26 febbraio al 5 giugno 2016.

Giorgio de Chirico, grande amante della musica classica, frequentava regolarmente Spoleto durante il Festival dei Due Mondi, la più prestigiosa manifestazione italiana di eventi culturali, come testimoniano fotografie e racconti. L’artista torna protagonista nella città umbra a poco meno di quarant’anni dalla sua morte. La ricostruzione del grande artista è anche l’occasione per inaugurare gli spazi del MAG – Metamorfosi Art Gallery – a Palazzo Bufalini, organizzata da Metamorfosi in collaborazione con la Fondazione Giorgio e Isa de Chirico, con il sostegno del Comune di Spoleto e della Regione Umbria. È curata dallo storico dell’arte Claudio Strinati che, riunendo per l’esposizione un significativo corpus di 13 opere realizzate nell’ultimo trentennio di vita dell’artista, dal 1948 al 1976, ha voluto evidenziare un interessante parallelismo tra il processo di ricostruzione che l’Italia si trova a compiere nel periodo postbellico e la produzione del Maestro dello stesso periodo.

piazza DUOMO«È stato selezionato un piccolo ma pregevole nucleo di 13 opere dal patrimonio della Fondazione Giorgio e Isa de Chirico – spiega Strinati – che appartengono tutte all’ultima fase della lunga attività del Pictor Optimus. Questo piccolo nucleo di opere costituisce una sorta di sintesi di quelle tematiche che volle ribadire e diffondere per la salvaguardia culturale e morale del nostro Paese e per il necessario nutrimento delle coscienze tese al riscatto e alla rigenerazione di un popolo prostrato, ma ricco di energie e aspirazioni».

«Con questa esposizione – precisa il Presidente di MetaMorfosi Pietro Folenasi inaugura un nuovo spazio espositivo, il MAG, MetaMorfosi Art Gallery, privato e sostenuto da noi, a Palazzo Bufalini, in Piazza Duomo a Spoleto, che abbiamo deciso di offrire alla città, all’Umbria, al festival dei Due Mondi e al Paese. Un ringraziamento va al Comune di Spoleto, alla Regione Umbria, ed agli altri sponsor che hanno aiutato questo progetto. Per la nostra Associazione, nata sette anni fa, si tratta di un altro salto di qualità. Dopo Spoleto, nelle prossime settimane inaugureremo il MAG di Amalfi».


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments