Castel San Giorgio: settimo incendio. Il sindaco Lanzara “Incontrerò procura e prefettura”

Comunità sotto choc. La denuncia del primo cittadino dopo l’episodio di violenza contro il suo assessore: “Il territorio va protetto”.

di Davide Speranza

Castel San Giorgio – <<Un episodio orribile che non ho intenzione di prendere sotto gamba>>. Queste le parole del sindaco di Castel San Giorgio, Paola Lanzara, dopo l’incendio appiccato ai danni dell’auto appartenente all’assessore Pari opportunità e Politiche giovanili, Giustina Galluzzo.

L’episodio si è consumato nella notte di venerdì scorso, in via Giuseppe Della Monica. A quanto fanno sapere da Palazzo di città,  l’esponente della giunta si era ritirata dopo una manifestazione sulla Shoah tenutasi nell’aula consiliare. Subito dopo l’incendio, sul posto si sono recati carabinieri e vigili del fuoco. Secondo i primi dati degli inquirenti, l’auto sarebbe stata incendiata gettando liquido infiammabile sul parabrezza.

Non è la prima volta che un episodio del genere accade a Castel San Giorgio. Da un anno a questa parte, ben sette sono state le auto distrutte da incendi misteriosi. Una serie di violenze che sta gettando nello sconcerto la piccola cittadina sangiorgese, che fa da cerniera tra i territori dell’Agro nocerino sarnese e la Valle dell’Irno.

L’assessore Galluzzo era entrata in giunta comunale nel giugno del 2017, dopo la vittoria alle amministrative di Paola Lanzara. Prima della scorsa notte, altri esponenti politici avevano subito lo stesso trattamento, come Aniello Gioiella, Michele Salvati, Domenico Rescigno. Per adesso le indagini proseguono, ma le forze dell’ordine trattengono il più stretto riserbo sull’argomento.

Paola Lanzara, sindaco di Castel San Giorgio (Sa)

Intanto la prima cittadina Paola Lanzara annuncia battaglia ai malfattori. <<Mi sono recata dai carabinieri e in settimana andrò dal procuratore della Repubblica e dal prefetto. Ho chiesto alle forze dell’ordine una maggiore presenza, sebbene sappia che stanno già facendo il loro lavoro. Non è possibile che queste cose restino impunite. Come amministrazione non abbiamo nulla da temere. Siamo trasparenti e la nostra collaborazione con la giustizia è massima>>.

Poi il pensiero va agli altri “incidenti”. <<In neanche un anno, ci sono stati troppi incendi. Ben sette. Il nostro è un territorio pulito e va protetto. Si deve presidiare. Ho già fissato un incontro con il comandante dei vigili Marco Inverso e il corpo della polizia locale. La gente deve sapere che noi ci siamo. La legalità è un baluardo invalicabile>>.

Il sindaco e l’intera amministrazione hanno portato la propria solidarietà all’assessore Galluzzo. Come anche altri politici e istituzioni provinciali e regionali, tra cui l’ex assessore del vicino Comune di Roccapiemonte Luisa Trezza. <<Episodi come quello occorso nella notte all’assessora Galluzzo ti lasciano attonita, ti toccano inevitabilmente nel cuore e nell’animo – dice Trezza – Giustina è una donna, è una madre, è una giovane amministratrice che da meno di 7 mesi si impegna per il suo Comune>>.


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments