Caruso, lo stilista made in Naples

Creazioni, profumi e la fiera tradizione sartoriale partenopea: il defilè di Bruno Caruso

0

di Melissa De Pasquale

NAPOLI – Grande debutto in passerella per la nuova collezione 2016 dello stilista napoletano Bruno Caruso presentata domenica 15 novembre a stampa e ospiti d’onore con un défilé esclusivo e blindatissimo.

Ad accogliere gli oltre 600 invitati lo spazio HBToo in via Coroglio con atmosfera industriale, stile minimal e complementi d’arredo iconici e di carattere.

Alla serata hanno partecipato molti gli ospiti illustri: dal vicepresidente sezione Sistema Moda dell’Unione Industriali di Napoli Carlo Palmieri, alle attrici Simona Capozzi e Pasqualina Sanna, all’imprenditrice svizzera Miriam Marini, ma anche numerosi imprenditori napoletani e un gruppo di guest provenienti dall’estero a sottolineare il grande impatto internazionale dello stilista partenopeo, la sua curiosità e l’interesse verso nuove e sempre raffinate creazioni.

Ben 36 nuove creazioni hanno sfilato in passerella dando vita alla collezione Indimenticabile, un vero e proprio tripudio di sensualità e ed eleganza, dove protagonista è sicuramente la donna con profonde scollature, trasparenze bon-ton e squisiti pizzi realizzati esclusivamente a mano.

Con Profumo di Provenza in passerella è stata invece protagonista la lavanda tra installazioni floreali e scenografie accompagnate da un sottofondo di musica di grande impatto emozionale. E ancora abiti di alta moda sposa, grand soireé e sposo tutti accomunati da un’assoluta ricercatezza di materiali e da una grande tradizione sartoriale fatti sfilare con maestria e fierezza.

È questo il lavoro di “un artigiano di lusso”, come si definisce lo stesso Caruso, che ha saputo unire il gusto della haute couture partenopea a quella della moda parigina ed internazionale, rimanendo fedele ai suoi maestri – primo fra tutti il couturier Fausto Sarli – e ai suggerimenti delle première, le sarte del laboratorio, dalle quali ha saputo “rubare” il mestiere come solo i veri artisti sanno fare.

Dalla collezione trapela anche lo spiccato amore dello stilista Bruno Caruso per il lusso e i tessuti pregiati: macramè, satin, organze e pizzo tutto rigorosamente in bianco per la collezione sposa arricchita da cristalli, pietre, veli leggeri e accessori come scarpe e gioielli – tutti disegnati da Caruso – per impreziosire e rendere ancor più unico il look, curato sempre in ogni minimo particolare. Grande attenzione ai particolari anche per l’alta moda sera con creazioni in prezioso pizzo nero e rosso, abiti a sirena sensuali con linee morbide e floreali ispirate a Grace Kelly, da sempre icona romantica di un’eleganza d’altri tempi.

Per lo sposo di Bruno Caruso la cifra invece è uno stile armonioso che mette in risalto la fisicità del corpo grazie all’utilizzo di tessuti elasticizzati, privilegiando il papillon ed i colori blu notte, nero e microfantasia.


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments