Carloforte, 20 luglio – 9 agosto: “L’isola dei libri”, il programma completo dell’evento

0

L’evento è organizzato dall’ Associazione Culturale “Saphyrna”, che prende il nome  dalla Cicindela campestris saphyrina, endemica dell’Isola di San Pietro.

Grazie anche al prezioso, e decisivo, contributo di alcuni sponsor privati, siamo di fronte ad un programma di ottima qualità. In questa edizione ci saranno due importanti novità che contribuiranno a far riscuotere a questa manifestazione l’ennesimo successo e a rinforzarne l’importanza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Innanzitutto il contributo dei social sarà potenziato, oltre che dalla pagina Fb ufficiale della “Saphyrina” e dalle piattaforme internet di “Carloforte-Isola  Di San Pietro Project”, da una pagina FB completamente dedicata alla manifestazione. La novità più importante riguarda l’annullo filatelico dedicato alla manifestazione. Sarà la presentazione dell’’annullo filatelico, infatti, che aprirà la prima serata della manifestazione il 20 Luglio. Faranno da sfondo e location  gli angoli caratteristici di quello che è uno dei “Borghi Più Belli D’ Italia: Terrazzamenti, giardini e “carruggi”, dopo il tramonto, ospiteranno libri e autori, per serate all’insegna della cultura fatta spettacolo senza essere spettacolarizzata.

La locandina della manifestazione

Questo Il programma ufficiale* che va dal 20 luglio al 9 agosto:

20 Luglio – dalle ore 18 alle 21 

Mercato del pesce-Canale delle saline

ANNULLO FILATELICO – 3° EDIZIONE “L’ISOLA DEI LIBRI”

Un annullo filatelico accompagna e caratterizza questa 3° edizione de “L’isola dei libri”. Nei francobolli l’effigie di molti scrittori. Ma anche, seppure in quantità ridotta, il francobollo che Poste italiane dedicarono a Carloforte. Il francobollo, che fu emesso nel giugno del 1993 e fu stampato in tre milioni di esemplari, faceva parte di una serie turistica in cui oltre a Carloforte erano raffigurati Palmanova, Senigallia e Sorrento. Ora questo francobollo è un reperto prezioso per i tanti amanti della cittadina e per gli appassionati di filatelia.

Il mercato del pesce

20 Luglio – ore 20.30 – Mercato del pesce-Canale delle saline

Scrittori isolani: letture dal nostro patrimonio

In occasione de Il maggio dei Libri 2018, un gruppo di scrittori dell’isola di San Pietro si è trovato a leggere insieme pubblicamente proprie pagine. Il tema suggerito dalla manifestazione, il nostro patrimonio culturale, si è sposato perfettamente con l’attenzione verso il territorio isolano, la storia travagliata, il dialetto tabarchino, i modi di vivere passati e attuali, dei poeti e narratori locali. Quelle stesse letture saranno riproposte al più vasto e variegato pubblico estivo come altra presentazione dell’isola, invito alla conoscenza, occasione di incontro.

Leggeranno poesie Aldo d’Arco, Giusy Rombi, Giovanni Maurandi, Margherita Crasto, Rosanna Maurandi e Antonio Pascale; pagine rivolte alla vita e alle relazioni nel solco della tradizione quelle di Lorenza Garbarino, Mariano Strina, Luca Navarra, Antonello Rivano; aspetti dell’attualità e il tema del ritorno e della forza di attrazione nella prosa di Maria Simeone, Serena Pellerano.

L’isola di San Pietro scoperta attraverso le pagine di chi ci è nato e ci vive.

22 Luglio –  ore 20.30 – Giardino Hotel Villa Pimpina

URMILA CHAKRABORTY

Nata in India, vive e lavora a Milano da più di 15 anni. E’ director di Englishour che eroga servizi linguistici e culturali alle aziende, ed è docente nella facoltà di Mediazione Linguistica e Culturale all’Università degli Studi di Milano. Scrittrice accademica e di saggi, collabora con istituzioni culturali e ha al suo attivo diverse pubblicazioni sullo scenario socio-culturale ed economico dell’India.

SEGUENDO LE DONNE CHITRAKAR  – Diario di un viaggio in India

GiveMeAChance, 2015

E’ la raccolta di testimonianze curata da Urmila Chakraborty e Stefano Caldirola nell’ambito del progetto Winter School sostenuto dall’Università di Milano Bicocca con la partecipazione di studenti, docenti ed esperti che in India hanno conosciuto le donne Chitrakar, abili pittrici, autrici e musiciste che cantano e dipingono temi di grande attualità pur restando salde alle proprie radici. Siamo soliti studiare le differenze invece delle somiglianze, ma spiegano gli autori ”indipendentemente dalla cultura, latitudine e religione un calcio fa male e un abbraccio dà calore”.

Dialoga con l’autrice:  LUCA NAVARRA

25 Luglio – ore 20.30 – Via Caprera

Vico Caprera
Isola dei libri 2017

CLAUDIO FACCHINELLI

Nato nel 1943 a San Vincenzo della Fonte (già – e attualmente – Saint-Vincent); matematico ma umanista nel cuore, assistente alla regia, preside, e promotore dell’attività teatrale nelle scuole, oltre che impegnato nella memoria della Shoah. Ha pubblicato Dramatopedia – Spunti di storia, etica e poetica per il teatro della scuola e Dosvidania, Nina!, già tradotto e pubblicato a Mosca e ad Amsterdam.

DOSVIDANIA, NINA!

SEDIZIONI, 2017

Fra le fantasticherie che la tomba di Nina, una ragazza morta a Venezia il 29 gennaio 1886 all’età di venticinque anni, aveva suscitato, c’era la convinzione che Cechov l’avesse notata, durante uno dei suoi viaggi a Venezia. Le date erano compatibili e fra le scarse informazioni che quel monumento funebre forniva c’era un nome, Nina, e una scritta riferita a lei come “figlia di un generale”. Sembrava ingiusto che la sua memoria cadesse nell’oblio, come per milioni di persone che, scrive Cechov, “mangiano, bevono, dormono, poi muoiono” senza lasciare una traccia, né un ricordo.

Dialoga con l’autore: LUIGI ALCIDE FUSANI

26 Luglio – ore 20.30 – Via Magenta

Via Magenta
Isola dei libri 2017

FIORENZO TOSO

Docente presso l’Università di Sassari, Fiorenzo Toso è linguista e dialettologo specialista dell’area ligure, autore di numerosi testi tra cui il Vocabolario delle parlate liguri, il Dizionario etimologico storico tabarchino (Vol 1), La Sardegna che non parla sardoPiccolo dizionario etimologico ligure – l’origine, la storia, il significato di quattrocento parole a Genova e in Liguria.

PAROLE E VIAGGIO. ITINERARI NEL LESSICO TRA ETIMOLOGIA E STORIA

Cuec, 2015

Storie di parole, “biografie” di una serie di voci presenti nei vocabolari italiani, termini che hanno molto viaggiato passando da una lingua all’altra nel corso di vicende secolari che spesso è possibile ricostruire ma che, in alcuni casi, restano parzialmente oscure. Scopo di questo testo è documentare l’estrema varietà del lessico italiano nei suoi rapporti con quello degli altri idiomi e illustrare il processo di elaborazione di ipotesi etimologiche.

Dialoga con l’autore:  NICOLO CAPRIATA

28 Luglio – ore 20.30 – Via Magenta

GABRIELLA TURNATURI

Docente di Sociologia al Dipartimento di Scienza della comunicazione dell’Università di Bologna. Ha scritto vari saggi sulla vita quotidiana e la sociologia delle emozioni. Tra i suoi libri ricordiamo: Associati per amore. L’etica degli affetti e delle relazioni quotidiane, Tradimenti. L’imprevedibilità nelle relazioni umane, tradotto in Giappone e negli Stati Uniti, Immaginazione sociologica e immaginazione letteraria, Vergogna. Metamorfosi di un’emozione.

NON RESTA CHE L’AMORE – PAESAGGI SENTIMENTALI ITALIANI

IL MULINO, 2018

Osservato da vicino, il paesaggio amoroso italiano sprigiona un eccesso di calore, una miscela di emozioni, che spesso esplode in un impeto rabbioso. Tutto oggi si chiede all’amore: riscatto sociale, gratificazione emotiva, dominio e affidamento. L’imperativo della performance, un immaginario sentimentale in cui la relazione amorosa deve essere passionale e travolgente fanno sì che donne e uomini italiani aspirino all’incanto dell’amore, l’unica esperienza ancora accessibile a tutti, forse l’ultimo bene democratico. Il libro è vincitore del Premio Elsa Morante 2018.

Dialoga con l’autrice:  MARIA ROSA CUTRUFELLI

29 Luglio – ore 20 – Via Caprera

 CRISTINA CABONI

Vive in provincia di Cagliari. Oltre a scrivere, lavora per l’azienda apistica di famiglia e coltiva rose.

Ha esordito con il romanzo Il sentiero dei profumi, a cui sono seguiti La custode del miele e delle api, Il giardino dei fiori segreti (finalista al Premio Bancarella 2017) e La rilegatrice di storie perdute.
I suoi romanzi, tradotti in tutto il mondo, hanno scalato le classifiche italiane.

LA RILEGATRICE DI STORIE PERDUTE

GARZANTI, 2017

La copertina antica finemente lavorata avvolge le pagine ingiallite. Sofia con gesti esperti restaura il libro per portarlo al suo splendore. Solo così riesce a non pensare alla sua vita che ha visto scivolarle di mano.  Ma le controguardie nascondono pagine scritte a mano. La storia di Clarice, una donna che ha affidato a quelle pagine la sopravvivenza di ciò che ha di più caro. Per scoprire cosa sia, Sofia seguirà indizi da un libro all’altro, da una città all’altra. E mentre lei ridà voce a Clarice, la storia di Clarice le ridona speranza.

 Dialoga con l’autrice:  GIUSY ROMBI

30 Luglio – ore 20.30 – Via Marchese di Rivarolo

Questo slideshow richiede JavaScript.

LEA MELANDRI

Nata a Fusignano, si laurea in Lettere e filosofia a Bologna. Trasferitasi a Milano, aderisce al movimento non autoritario degli insegnanti e al movimento femminista. Nel ’75 scopre Carloforte dove si terrà la prima vacanza femminista in Italia. Da allora tornerà ogni anno sull’isola che nel 2009 le conferisce la cittadinanza onoraria. Tra le sue opere Come nasce il sogno d’amoreL’infamia originaria La perdita.

ALFABETO D’ORIGINE

Neri Pozza, 2017

La scrittura, intesa come esplorazione dell’intimo, diventa un viaggio che si spinge verso zone di frontiera tra corpo e mente, inconscio e coscienza, sogno e realtà.

Quella che l’autrice ha in più occasioni definito «scrittura di esperienza» interroga innanzi tutto il pensiero, il suo radicamento nella memoria del corpo, nelle sedimentazioni profonde che hanno dato forma inconsapevolmente al nostro sentire.

Dialoga con l’autrice: GIOVANNA VITIELLO

31 Luglio – ore 20.30 – Via Duca San Pietro

MARIA ROSA CUTRUFELLI

Nata a Messina, cresciuta fra la Sicilia e Firenze, ha studiato a Bologna e vissuto in Africa, vive a Roma. I suoi saggi e i suoi romanzi sono tradotti in molte lingue. Fra i romanzi ricordiamo La donna che visse per un sogno (nella cinquina del Premio Strega), Complice il dubbioD’amore e d’odio (vincitore del Premio Tassoni), I bambini della Ginestra (vincitore del Premio Ultima Frontiera), Il giudice delle donne.

SCRIVERE CON L’INCHIOSTRO BIANCO

Iacobellieditore, 2018

Perché si scrive? Come si scrive? Domande antiche poste più e più volte, cui però negli ultimi anni se ne aggiunta un’altra: esiste una scrittura “femminile”? O meglio: essere uomo o donna influisce sulla parola scritta e sull’arte del racconto? Maria Rosa Cutrufelli dà una sua risposta che è anche una proposta di riflessione e di confronto con scrittori e critici. E lo fa partendo dalla vita vissuta e tornando indietro, fino ai grandi miti fondativi della nostra cultura. Insomma, raccontando.

Dialoga con l’autrice: GABRIELLA TURNATURI

1 Agosto – ore 20.30 – Via Magenta

FRANCESCO ABATE

Nato a Cagliari nel 1964. Ha scritto con Mister DabolinaUltima di campionatoGetsemani  e I ragazzi di città. Con Einaudi ha pubblicato Mi fido di te, scritto con Massimo Carlotto, Cosí si diceChiedo scusaUn posto anche per meMia madre e altre catastrofi. È fra gli autori dell’antologia Sei per la Sardegna, i cui proventi sono stati destinati alla comunità di Bitti, danneggiata dall’alluvione del 2013.

TORPEDONE TRAPIANTATI

Einaudi, 2018

A dieci anni  dal suo trapianto di fegato, Francesco viene invitato a una rimpatriata con altri cento trapiantati assieme alle loro famiglie. Tra episodi esilaranti e attimi di tenerezza, Abate scrive un diario di bordo che è un inno alla vita, ci racconta la storia della nostra fragilità e della nostra cocciuta voglia di vivere.

IL CORREGIDOR

Piemme, 2017

Un uomo scelto dal re per portare giustizia. Una donna scelta dagli dei per portare pace. E un libro misterioso nelle cui pagine i loro destini si intrecciano indissolubilmente. Il corregidor è il primo romanzo storico dello scrittore cagliaritano scritto a quattro mani con Carlo A. Melis Costa, avvocato cassazionista.

Dialoga con l’autore: CLAUDIO MOICA

6 Agosto – ore 20.30 – Via Duca San Pietro

 VANESSA ROGGERI

E’ nata e cresciuta a Cagliari, dove si è laureata in Relazioni Internazionali. Le storie di una Sardegna antica, magica e misteriosa ascoltate da piccola l’hanno segnata profondamente facendole nascere il gusto per la narrazione e il desiderio di mantenere vivo il sottile filo che ci collega a un passato ormai perduto. Ha scritto Il cuore selvatico del ginepro e Fiore di fulmine.

LA CERCATRICE DI CORALLO

Rizzoli, 2018

Nell’estate del 1919 Regina dona ad Achille un rametto di corallo rosso come il fuoco, con la promessa che gli porterà fortuna. Anni dopo, quella bambina è diventata una delle più abili cercatrici di corallo, una creatura dei mari talmente libera da non avere mai conosciuto l’amore. Finché, un giorno, la sua strada si incrocia di nuovo con quella di Achille. Riuscirà l’amore a cambiare un destino che sembra già scritto?

Dialoga con l’autrice: GIUSY CIENZO

7 Agosto – ore 20.30 – Via Magenta

Incontro a tutto tondo con

GIANNI MURA

Nato a Milano nel 1945, Gianni Mura è uno dei maestri del giornalismo sportivo italiano, erede della grande tradizione inaugurata da Gianni Brera. Dal 1976 scrive sulle pagine sportive di Repubblica. Dal 1991 firma con la moglie Paola una rubrica di enogastronomia sul Venerdì di Repubblica. È autore dei romanzi Giallo su gialloIschiaTanti amori: Conversazioni con Marco ManzoniNon c’è gustoConfesso che ho stonato. Nel 2008 Minimum Fax ha pubblicato La fiamma rossa. Storie e strade dei miei Tour. Nel 2011 gli è stato conferito il premio Coni alla carriera.

Dialoga con l’autore: FRANCESCO BIROCCHI

8 Agosto – ore 20.30 – Via Duca San Pietro

ENRICO PEDEMONTE

Nato a Genova nel 1950 e laureato in fisica, ha lavorato al Secolo XIX, all’Espresso come corrispondente da New York e a Repubblica. Ha diretto Pagina 99. E’ esperto di rete e giornalismo: Personal Media è stato il titolo della sua rubrica sull’Espresso e di un saggio uscito per Bollati Boringhieri. In Morte e resurrezione dei giornali  si è occupato della crisi della carta stampata, delle anomalie del giornalismo italiano, delle vie d’uscita possibili.

LA SECONDA VITA

Frassinelli, 2018

Attraverso una trama ricca di colpi di scena, il romanzo ci restituisce l’immagine vivida degli ultimi decenni del Novecento a cavallo tra Italia e Stati Uniti. La vicenda si svolge nello spazio di sette giorni e si sviluppa su due binari paralleli. Quella che emerge, lentamente, è la storia di quattro amici inseparabili, delle scelte radicali da loro compiute fin dagli anni Sessanta e Settanta, e del contrasto lacerante tra gli ideali abbracciati da giovani e le loro reali esperienze di vita.

Dialoga con l’autore: MARIA SIMEONE

9 Agosto – ore 20.30 – Via Magenta

MARCO BAY

Architetto paesaggista, è autore di progetti e realizzazioni in Italia e in Europa per aree pubbliche e private; si occupa di restauro di giardini storici e riqualificazione ambientale di spazi commerciali e industriali. Ha tenuto lezioni e conferenze presso importanti Università italiane e collaborato a riviste di architettura, design e arte. Attualmente ha una rubrica su “Ville e giardini”.

DISEGNARE CON GLI ALBERI 

Mondadori 2018

Disegnare con gli alberi racconta la meravigliosa «fatica» di immaginare e costruire spazi verdi in luoghi dove il verde è trascurato, oltraggiato, bandito, e insegna a giocare con piante e fiori, e a scegliere e combinare sfumature e trasparenze, o quelli più adatti a esprimere la propria personale idea di armonia. Queste pagine, impreziosite da disegni dell’autore, testimoniano di un processo creativo del tutto particolare: la genesi di opere d’arte viventi, destinate a rinnovarsi giorno dopo giorno.

Dialoga con l’autore: MARGHERITA ANGELUCCI

Dal 23 al 21 Luglio – HOTEL VILLA PIMPINA (via Genova 106-108)

Questo slideshow richiede JavaScript.

MOSTRA DI PATACHITRA

Il Patachitra è una forma d’arte tradizionale dell’India orientale che unisce dipinto, canto e narrazione. Tradizionalmente gli autori di tali opere, cantastorie ambulanti, accompagnavano lo srotolare dei loro tessuti dipinti con canti, il cui testo narrava le vicende illustrate, tratte dalla mitologia indù o dai poemi classici. Oggi le donne indiane sono diventate artiste e protagoniste contribuendo ad attualizzare i temi che spaziano da eventi di interesse mondiale, come l’attacco alle Torri gemelle o lo tsunami, alle problematiche sociali e politiche come la deforestazione e la violenza sulle donne.

*Fonte: Comunicato stampa Associazione Culturale Saphyrina Carloforte


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments