Campionato dilettanti, ripartenza sottotono per il Portici 1906

Eccellenza Campania, Girone A: gli azzurri di Mister Borrelli inaugurano con un pareggio la prima gara del girone di ritorno contro la Virtus Volla

0

 

È un Portici che smaltisce le fatiche dell’intenso girone d’andata, forse, quello visto allo stadio San Ciro contro la Virtus Volla? A tratti opaco, probabilmente segnato per le numerose assenze, ma che riesce a sprazzi a riproporre il tipico gioco grintoso e offensivo di fronte ad una ben organizzata Virtus Volla allenata da mister Francesco Chietti.

Nei primi minuti del match, arbitrato dal signor Guerra di Gubbio, è subito il Portici 1906 a prendere l’iniziativa. Al 5’  una azione firmata dalla coppia d’attacco Sardo-Ioio è neutralizzata dalla difesa avversaria, e subito dopo al 7’ gli azzurri di mister Borrelli vanno vicinissimi al goal: Madaglino da destra fa partire un buon cross per Sardo che manca di testa manca per un soffio, proprio d’avanti alla porta difesa da D’Aquino.

Si rivela subito una gara molto combattuta, giocata sul difficile terreno del San Ciro, dove il Portici 1906 attacca con determinazione contro una attenta Virtus Volla che si rende pericolosa nelle ripartenze, come al 24’ in cui si registra un insidioso tiro del centravanti Gioiello che si spegne di poco a lato.
Risponde al 30’ il Portici con una bella azione di Magaddino dalla destra che serve una buona palla ad Olivieri, ma il tiro del centrocampista azzurro finisce alto sopra la traversa.

Al 40’ avviene la svolta per i padroni di casa: Sardo batte un calcio di punizione dalla trequarti servendo un bel pallonetto per Basso che di testa insacca la rete di D’Aquino firmando il goal del vantaggio. Così le due squadre rientrano negli spogliatoi sul risultati di 1-0.

Il secondo tempo riprende con ritmi piuttosto blandi con un Portici che dimostra d’aver esaurito un po le energie del primo tempo dando l’impressione di voler più gestire che archiviare la partita, mentre la Virtus Volla, pur mettendoci tanta grinta, non riesce ad arrivare quasi mai d’avanti alla porta degli azzurri difesa da Amato.
Al 55’ si ha la prima sostituzione per la Virtus Volla: esce Di Marzo ed entra Russo, mentre al 69’ il Portici sostituisce l’autore della rete del vantaggio Basso con Di Ruocco, subito dopo il Volla fa una nuova sostituzione inserendo Fiorillo al posto di Ferrara.

Giunti al 70’ i ritmi di gioco sono calati vistosamente, complice anche i difficili rimbalzi della palla sul brullo terreno del San Ciro, sembra una di quelle classiche partite in cui oramai conta solo  portare a casa il risultato con il minimo sforzo.

Ma ecco che all’80’ avviene l’episodio che cambia la partita: in area porticese Visone allarga il braccio nel tentativo di fermare un giocatore vollese che si insinuava verso la porta, l’arbitro Guerra non ci pensa due volte a concedere il calcio di rigore per la Virtus Volla, così Gioielli che s’incarica del penalty si rivela freddo e concentrato dagli undici metri a firmare il goal del pareggio battendo Amato.

Questo episodio da la scossa al Portici che cerca a tutti i costi di riprendersi il vantaggio, con due occasioni, la prima con di Fiorillo che ci prova di testa e la seconda con un insidioso tiro da fuori area di Sardo parato a fatica da D’Aquino.
Ma il risultato finale rimane fissato sul 1-1.

È un Portici stanco e meno brillante del solito come ha affermato mister Pasquale Borrelli:  <<abbiamo fatto un buon primo tempo, giocando abbastanza bene, creando molte palle goal ma concretizzandone una sola, abbiamo gestito bene la gara purtroppo c’è stata questa fatale ingenuità nel finale che ha concesso il rigore agli avversari. Onore, comunque, alla Virtus Volla che ha fatto una ottima gara tenendoci testa fino alla fine. E non voglio nemmeno cercare l’alibi delle cattive condizioni del rettangolo di gioco, è solo questione di una naturale stanchezza e dei molti infortuni, dato che mancavano otto undicesimi della squadra. Dobbiamo cercare di essere più cattivi sotto rete, perchè non è possibile creare tante palle goal e concretizzandone pochissime, dobbiamo lavorare su questo, con serenità e senza rammaricarci per questo pareggio>>.

Intanto con questo ennesimo pareggio il Portici 1906 pur rimanendo saldo al secondo posto con 34 punti (inseguito dalla Boys Caivanese a 32 punti, che intanto ha steso la Stasia calcio per 6-0) si allontana ulteriormente dalla capolista Herculaneum che, battendo per 1-0 il Mondragone nel match casalingo, rimane in cima alla classifica del girone con 42 punti, portando a 8 i punti di distacco.

 


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments