Campania ECO Festival 2016

Nocera Inferiore – Musica, arte, ambientalismo, convegni, laboratori, tour didattici. Il Campania Eco Festival è ormai diventato una realtà consolidata, unica nel suo format. Arrivato alla sesta edizione, per quest’anno sono state presentate diverse novità. Dai Green Day, ai Cef Walking fino alla realizzazione e produzione di un videogame che promuove la raccolta differenziata. A calcare il palcoscenico dell’isola ecologia a Fosso Imperatore di Nocera Inferiore (Sa), saranno alcuni dei più importanti rappresentanti del rock italiano d’autore: Giorgio Ciccarelli (ex chitarrista degli Afterhours), il Teatro degli Orrori e I Tre Allegri Ragazzi Morti. Un mese di iniziative porteranno al concertone finale. cef1Confronto è la parola d’ordine, alla base degli incontri che si terranno a proposito di terra, cibo e legalità, reati ambientali, tutela del territorio, all’interno della sezione Green Day. Gli studenti e i docenti degli istituti scolastici della provincia salernitana, al termine dell’incontro, insieme ai testimonial, saranno guidati nella visita alla mostra RESTART, accompagnati in un’escursione al Parco e al Castello Fienga di Nocera Inferiore, grazie alla collaborazione dell’associazione “Ridiamo vita al Castello”. A proposito di escursioni, dal 5 giugno avranno inizio i Cef Walking, vere e proprie passeggiate guidate, in collaborazione con l’associazione “Montagna Amica”. Un’occasione per percorrere, per la prima volta a piedi, un itinerario che collega la collina del Parco Fienga e Montalbino, le due grandi aree verdi nocerine.

Il 7 giugno, da Nocera Inferiore, il Cef ci si sposterà a Pagani per “ECOGIUSTIZIA è fatta 1994-2015, storia di una lunga marcia contro l’ecomafia in nome del popolo inquinato”, il libro di Enrico Fontana, Stefano Ciafani, Peppe Ruggiero: un evento realizzato in collaborazione con “Legambiente Campania”, il presidio cittadino di “Libera” e con l’associazione “Una Pagani Migliore”.

Ciccarelli_©DarioRenda_HR-800x490
Giorgio Ciccarelli

Il 10 e l’11 giugno, sfogo alla musica con una serie di artisti di livello nazionale. Saliranno sul palco dell’isola ecologica, i “Tre allegri ragazzi morti”, “Teatro degli orrori”, Giorgio Ciccarelli (ex chitarrista degli Afterhours), TheRivati, i Polina ed altri esponenti del panorama musicale italiano e campano, oltre ai vincitori del CEF DifferenziaRock Contest. Durante lo show verrà fatta la raccolta differenziata con posate e stoviglie compostabili, bicchieri riciclabili, il CEF Green Food Menù sarà interamente realizzato con prodotti tipici campani come la mozzarella di bufala campana della cooperativa “Le terre di don Peppe Diana”, verdure e ortaggi dell’Agro Nocerino Sarnese e della piana del Sele e le bevande biologiche di “Terraorti”, i salumi tipici dei Monti Lattari e della tradizione campana di “Salumi Sorrentino”.

Insomma, un incubatore e generatore di realtà virtuose, capace di esprimere il meglio della cultura meridionale. Il percorso è lungo ma i risultati sono lampanti. A dimostrarlo, i due nuovi progetti presentati al pubblico: il videogame Differenzia Run e La Via Latta-Buatta Experience. Il primo, un videogioco realizzato dalla GameBang – con il contributo del consorzio Ricrea e della Fondazione Carisal – incentrato sulla vita di Cassonetto, che scopre l’importanza della raccolta differenziata: il gioco, grazie ad un metodo ludico, insegna a fare una giusta raccolta dei rifiuti; il secondo è un lungo percorso – all’interno di tre aziende delle provincia di Salerno: Crown Imballaggi, Pancrazio e Nappi Sud – dove studenti, addetti ai lavori, giornalisti hanno appreso il ciclo di vita della cosiddetta “buatta” (il contenitore di acciaio per conserve alimentari), concludendo il giro didattico all’interno di uno stabilimento dove il rifiuto non è monnezza ma “bene” da riqualificare e riutilizzare secondo i giusti canoni del riciclo. Il Cef 2016 si conferma cuore green di un Agro che rischia di affogare nel cemento e negli abusi ambientali. Il presidente del Campania Eco Festival, Francesco Paolo Innamorato, insieme alla sua squadra di giovani professionisti, da anni sta cercando di concretizzare una vera e propria rivoluzione territoriale. Un modo per iniziare a costruire oltre i clientelismi, le ecomafie, la giungla grigia ai quali i mass media ci hanno abituato.

Per il programma intero: http://www.campaniaecofestival.it/2016/05/il-programma-ufficiale-del-cef_16/


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments