Benedetta follia

Un Verdone rinnovato

Un (finalmente) rinnovato Carlo Verdone porta al cinema questa nuova commedia che vede al suo fianco Ilenia Pastorelli.

Guglielmo, proprietario di un negozio di articoli religiosi, viene lasciato dalla moglie, invaghitasi della commessa, e cade in profonda depressione. Ad aiutarlo interviene la nuova dipendente in prova, Luna, una ex spogliarellista con un debito nei confronti del locale in cui lavorava. Come cambierà la vita del povero Guglielmo? Riuscirà a ritrovare l’amore?

Fonte: www.rbcasting.com

Verdone si rilancia con un nuovo stile narrativo che fa dimenticare la noia degli ultimi lavori. Guglielmo è un Oscar Pettinari (il protagonista di “Troppo Forte” per chi non lo ricorda) invecchiato, costretto dalle circostanze a prendere le proprie responsabilità ed a lasciare in garage la moto (da cui si è allontanato anche per un trauma post-incidente). Il ritmo è veloce, non annoia ed è ben sostenuto non solo dalle protagoniste femminili ma anche da tutti i personaggi secondari, soprattutto dalle partner che Verdone conosce durante gli appuntamenti galanti (tra le quali troviamo una logorroica Paola Minaccioni ed una scatenata Francesca Manzini).

La Pastorelli è inserita nel giusto ambiente. Le è stato attribuito un ruolo perfetto per le sue corde: è molto spontanea e naturale (mi verrebbe da dire che quasi non recita ma interpreta se stessa) e riesce a mettere in secondo piano anche le due bravissime attrici Lucrezia Lante della Rovere e Maria Pia Calzone.

Sicuramente la sceneggiatura scritta insieme a Nicola Guaglianone e Menotti (pseudonimo di Roberto Marchionni) ha fatto bene ed ha svecchiato lo stile. La commedia scorre, non è scontata, il ritmo è insistente ma non frenetico, pertanto la si può godere in allegria.

La classifica

Fonte: bologna.carpediem.cd

Non è facile decidere chi mettere sul podio:

  1. Ilenia Pastorelli: è Luna, la nuova commessa di Guglielmo, che lo introduce nel mondo dei siti di appuntamento. Ilenia interpreta una ragazza semplice e un po’ “coatta”, ma allo stesso tempo fragile e indifesa (non ha attenzioni dal padre ed è stata messa nei guai dall’ex fidanzato, viene infatti costretta a pagare un suo debito). Il suo personaggio attrae subito la simpatia dello spettatore e accresce l’empatia quando mette a nudo tutte le paure e difficoltà;
  2. Francesca Manzini: è una delle spasimanti di Guglielmo. L’ho messa al secondo posto perché la sua scena, sebbene breve e concisa, mi ha fatto morire dal ridere. Al ristorante si masturba col cellulare di Guglielmo ma il telefonino rimane incastrato; ovviamente Verdone aspetta una chiamata importante che arriva proprio in quel momento… non continuo per non spoilerare. Insomma è una bella scena che però bisogna saper interpretare e l’attrice mi ha convinto;
  3. Carlo Verdone: è Guglielmo, il protagonista. Finalmente Verdone torna agli antichi splendori, rimettendosi in sella alla moto, più carico che mai.
Fonte: mr.comingsoon.it

Vedetelo e fatemi sapere.

***

Vi è piaciuto l’articolo? Volete segnalarmi qualche film/spettacolo/evento da recensire? Scrivetemi a luca.conticelli@gmail.com con oggetto CONTIVIDIAMO e raccontatemi tutto.
Vi invito a scoprire le novità de La Kimera sul sito e sui social: sulla pagina Facebook e sul canale YouTube


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments