A Cetara, in Costiera Amalfitana, l’Associazione Pandora Artiste Ceramiste è stata protagonista dell’evento culturale “Oltre La Torre – Beach Art in Ceramica”, un giorno dedicato alla scoperta della ceramica artistica e artigianale, tra antiche tradizionali enogastronomiche, culturali e nuove sensibilità nel suggestivo borgo di Cetara. L’evento fa parte del percorso itinerante “Fragilità, il tuo nome è donna” che, partito il 18 marzo, terminerà il 17 aprile 2017.

“Oltre La Torre – Beach Art in Ceramica” è stato patrocinato dal Comune di Cetara, dalla stessa Associazione Pandora Artiste Ceramiste, dal Forum dei Giovani di Cetara e degli esercenti del Comune di Cetara oltreché dai ragazzi diversamente abili del laboratorio di Pandora Ability.

La Presidente dell’Associazione, Anna Rita Fasano, ripercorre le tappe dell’evento che coinvolge, oltre la Torre Vicereale, anche le stradine di Cetara dove le opere delle Artiste Ceramiste sono esposte fino al 17 aprile. “La nostra associazione – spiega la Presidente Fasano – intende promuovere attraverso il suo impegno culturale, artistico e sociale l’universo femminile.  Il gruppo intende sostenere con il suo progetto di arte relazionale le donne affinché diventino sempre più, sia un punto di forza e di crescita per la nostra democrazia, sia una forza decisiva per imporre un nuovo tipo di sviluppo economico e sociale, di cui la nostra Comunità ha bisogno.”

Numerosi gli eventi. Al Pontile Spiaggia Grande, ad esempio, sono state organizzate visite guidate della Mostra e vendite di beneficenza; ed ancora, sono stati allestiti laboratori attivi con artisti ceramisti, con il coinvolgimento anche delle scuole del territorio ed un workshop dal titolo “Il gioiello contemporaneo con la tecnica Raku”, a cura di Ilaria di Giacomo e Ilaria Falco.

Volantino

“Pandora – prosegue la Presidente – intende valorizzare e promuovere l’Arte della Ceramica tutta al femminile, innanzitutto tramite esposizioni e mostre.  Le nostre opere sono state esposte anche a Bruxelles presso il Parlamento Europeo dal 29 settembre al 2 ottobre 2015 nell’ambito della mostra intitolata “Ceramica sud vista dal nord” incentrata sull’arte e la cultura made in Italy”.

L’opera collettiva “Il riposo di Penelope”, è “un’istallazione che utilizza la suggestione del telaio e quale mosaico di esperienze, vite e passioni”, spiega la Presidente, è stata donata al Museo civico della Ceramica di Nove in Provincia di Vicenza.

L’intento del gruppo associativo Pandora, nato nel 2012, si concretizza anche con la collaborazione con l’Associazione Genitori de La Nostra Famiglia – Regione Campania, presieduta da Enrico Apuzzo con sede a Cava de’ Tirreni, e collegata al centro specialistico di riabilitazione e cura dell’Associazione di origine brianzole “La Nostra Famiglia” ad opera dell’Istituto secolare “Piccole apostole della Carità” e che si occupa della cura e della riabilitazione delle persone con disabilità in età evolutiva.

Il Presidente Enrico Apuzzo, presente all’evento, sottolinea l’importanza della collaborazione e della sinergia nata da circa quattro anni con l’Associazione Pandora Artiste Ceramiste. “I nostri figli – dice – diversamente abili, divenuti maggiorenni, rimangono soli, con pochi mezzi e aiuti e senza strutture sociali di sostegno. Il nostro punto di riferimento è il centro riabilitativo “La Nostra Famiglia”. Abbiamo creato un’associazione di volontariato ‘Genitori de La nostra famiglia Campania’ al fine di supportare i nostri figli ed inserirli in un contesto sociale e creativo. Abbiamo scoperto Pandora partecipando ad un laboratorio di ceramica ed ormai collaboriamo in modo sinergico e impegnativo da oltre quattro anni”.

*Le opere saranno esposte fino al 17 aprile presso, tra gli altri, i ristoranti “Al Convento”, “San Pietro”, “Acquapazza”, e presso esercizi commerciali come “Delfino”, “Nettuno”.


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments