Arriva la prima sconfitta stagionale del Portici 1906

Eccellenza Campania, girone A: nella trasferta a Procida il Portici 1906 perde partita e secondo posto in classifica.

0

 

Primo scivolone stagionale del Portici 1906 sull’isola di Procida. La sconfitta arriva proprio quando gli azzurri di mister Borrelli sembravano aver ritrovato (almeno nel primo tempo) un po di brillantezza nel gioco. Le opache prestazioni delle ultime due giornate avevano irritato il presidente Lorenzo Ragosta (che pretendeva maggior impegno per il prossimo incontro), ma il Procida Calcio è agguerrito, cinico e pronto a sfruttare bene le occasioni che offre la partita.

Il primo tempo del match arbitrato dal signor Masciale di Molfetta appare molto equilibrato: le due squadre s’affrontano a viso aperto rendendosi pericolose a fasi alterne.

Nei primissimi minuti sono i padroni di casa allenati da mister Cibelli a rendersi pericolosi con Micallo che batte un insidioso calcio piazzato, ma il tiro del centrale difensivo biancorosso finisce di poco alto. Al 9’ risponde subito il Portici con una buona azione offensiva che si conclude con un potente tiro di Sardo che impegna il portiere Bardet.

È un portici che sembra aver ritrovato l’intensità offensiva dei mesi passati quello visto allo stadio Spinetti di Procida, e la determinazione degli azzurri di mister Borrelli viene premiata al 34’ con una bella azione di Rima che dalla destra mette al centro un rasoterra intercettato da Sardo che insacca la rete con un delizioso colpo di tacco.

Ma il Procida non si lascia intimidire e risponde quasi subito riportando il risultato in parità approfittando di una indecisione della difesa porticese che si lascia sorprendere dall’inserimento di Cibelli (omonimo dell’allenatore biancorosso) che, servito in profondità, non lascia scampo ad Amato segnando la rete del 1-1.

Il Portici 1906 ritrova immediatamente l’orgoglio per reagire ritornando nuovamente in vantaggio al 41′ sfruttando un calcio d’angolo battuto da Sardo e intercettato nella mischia da Fiorillo che riesce a metterci lo zampino vincente per battere Bardet, concludendo così un intenso primo tempo sul risultato di 1-2 per gli ospiti che negli ultimi minuti sfiorano addirittura il terzo goal con un tiro ravvicinato di Avolio che impegna il portiere procidano a superarsi con una parata miracolosa.

Nella ripresa il livello di gioco cala progressivamente lasciando spazio ad una gara più muscolare con un Portici che perde un po di spinta propulsiva giocando più per non prenderle ma che non manca di farsi vedere nell’area procidana.

Al 57’ il centrocampista azzurro Olivieri semina il panico in area procidana mettendo la palla al centro, ma è bravo Bardet ad anticipare tutti intercettando la palla.  Il Procida risponde prontamente con un paio di azioni insidiose in area porticese, e da una di queste arriva l’occasione del goal del pareggio al 66’col terzino biancorosso Menna che fa partire un lungo crosso che Amato, ingenuamente, interpreta fuori, invece la palla rimbalza sul palo interno e si insacca nella rete.

Così i padroni di casa rimontano ancora una volta portando il risultato sul 2-2.

È un Portici confuso e sprecone quello che si vede nella ripresa che al 71’ prova ad andare nuovamente in vantaggio con un tiro ravvicinato di Ioio su cui si oppone Bardet facendo “muro” col fisico, sulla respinta si avventa Avolio che d’avanti alla porta calcia clamorosamente alto.

Quando non si ha la giusta cattiveria di concretizzare le occasioni ricevute si rischia di capitolare, e così accade all’81’ quando i padroni di casa firmano il goal del vantaggio aiutati da una papera di Amato che si lascia scivolare dalle mani un tiro di poche pretese, sulla palla si avventa il centravanti biancorosso Fragiello che insacca la rete senza lasciare scampo al portiere azzurro.

I porticesi provano a reagire con azioni frenetiche e prive della lucidità necessaria che a nulla valgono per cambiare il risultato del match che termina sul 3-2 per gli isolani.

Il Portici 1906 trova così la sua prima sconfitta stagionale contro un Procida Calcio molto più cinico nel saper sfruttare le occasioni. Ed è una sconfitta che pesa molto ai fini della classifica, dal momento che la diretta inseguitrice Boy Caivanese, vincendo per 0-1 sul campo della Virtus Volla, supera il club azzurro portandosi al secondo posto con 35 punti (giusto un punto sopra il Portici 1906 retrocesso al terzo posto), mentre la capolista Herculaneum, stendendo per 0-3 in trasferta la Stasia Calcio, semina tutte le inseguitrici portandosi a 45 punti in cima alla classifica del Girone A dell’Eccellenza Campania.

“Bisogna prendere atto che il periodo è complicato (afferma Maurizio Longhi, membro dello staff dell’A.S.D. Portici 1906), e ci può stare nell’arco di un anno intero. Occorre recuperare maggior cattiveria sotto rete, dato che il Portici spreca troppo. Il primo stop fa sempre male, ma prima o poi doveva capitare, forse è meglio che sia arrivato prima di una gara importantissima come il ritorno della semifinale di coppa Italia. La squadra sta attraversando una evidente crisi di gioco ma proprio questo è il momento in cui non bisogna mollare e recuperare la determinazione in parte smarrita”.


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments