Anatocismo e Usura sui conti correnti bancari. Abuso o “distrazione”?

di Ciro Scherzo

Oggi, come non mai, un’azienda piccola, media o grande che sia, deve ricorrere all’ “aiuto” della banca. In che modo? Con l’acquisto di prodotti finanziari o con la concessione di affidamenti sul proprio conto corrente. Ma come fa un imprenditore ad essere sicuro di non subire, da parte dello stesso istituto, speculazione sul calcolo degli interessi? Sicuramente non può farlo con il solo controllo dei documenti messi a disposizione dalla banca per il semplice fatto che, i regolamenti e le norme, sono difficili da capire quanto meno nell’applicazione delle stesse.

UsuraFar fronte alle difficoltà che attanagliano le aziende italiane, praticamente, è sempre più complicato. Rilevare il problema accertandone la natura e trovare la soluzione strategica è complesso per chi, ogni giorno, deve far fronte a quelle che sono le difficoltà applicando tagli e impegnandosi a ridurre i costi della propria azienda.

Per questo ci si sta impegnando a creare una squadra di professionisti legati ad aziende che applicano studi accertati e certificati sul settore bancario in merito all’anatocismo e l’usura, sostenuti e menzionati anche al Parlamento Italiano con l’interrogazione dell’ 8 gennaio 2015 ( interrogazione n°358 dell’08/01/2015 ) avente oggetto la problematica sociale delle pratiche illecite perpetrate ( anatocismo e usura ) in questo periodo di crisi economica dalle banche nei confronti delle famiglie e degli imprenditori italiani, definita “ancora troppo diffusa e spesso ignorata dalla nostra società”. Per sostenere le argomentazioni di questa importante interrogazione sono stati utilizzati i dati elaborati dalla suddetta squadra di professionisti.

Il futuro delle imprese e delle famiglie italiane può essere affidato alle banche, ma solo ed esclusivamente se quest’ultime applicano quello che è IL GIUSTO interesse come descritto nell’art. 644 del C.P. integrato nella legge 108 del 7 marzo 1996.


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments