Alzati e cammina! Il miracolo del Gruppo Andiamo a Camminare di Giulianova

0

Nella cittadina abruzzese di Giulianova, in riva al mare Adriatico, da qualche mese le serate del martedì e del giovedì sono animate da uno strano serpentone di giubbini fosforescenti. Nelle prime settimane, quando il numero dei partecipanti era solo di qualche decina di persone, per gli ancora ignari cittadini giuliesi si è trattato di un vero e proprio rompicapo. A ogni incrocio, a ogni attraversamento in cui si snodavano questi colorati esseri, gli avventori dei bar si lanciavano nelle più svariate ipotesi. Chi pensava si trattasse di una retata di terroristi dell’ISIS ad opera dell’Intelligens nostrana, anche se Oscarino ebbe ad obiettare: sci ma l’intelligenza a Giulianova dove si trova? Ci sta sicuro?  Altri invece, più ottimisticamente pensavano che l’Amministrazione comunale avesse assoldato truppe di Operatori Ecologici e Giardinieri per una guerra senza quartiere al degrado, questa volta fu Ercolino che osservò: non può essere, camminano troppo veloce per essere Operatori Ecologici o giardinieri…! 18402704_1478991845485661_4094477458422589978_n

Per la buona pace di tutti si è scoperto l’arcano, si tratta di un gruppo di cittadini che si riunisce al solo e unico scopo di camminare insieme. O meglio, lo scopo alla fine non è camminare insieme perché riflettendo il camminare insieme, condividere un percorso, è il mezzo per ben altro. Scopriamole allora le finalità del Gruppo Andiamo a Camminare di Giulianova.

Condividere il camminare che è movimento utile alla salute fisica. Se infatti scorriamo gli scritti e i consigli sulle più comuni patologie dell’essere umano, al giorno di oggi, potremmo generalizzare dicendo che in quasi tutte è consigliato il famoso “moto”. Ossia quello spazio quotidiano da dedicare anche al semplice camminare, purché fatto con una certa regolarità e impegno, attività alla portata di tutte le fasce di età e regolabile a seconda del proprio stato fisico. Perché abbiamo usato il termine “condividere”. Il motivo è semplice in quanto affrontare una camminata che non è più di qualche minuto richiede comunque impegno e, da che mondo è mondo, la fatica se condivisa pesa di meno, diventa più leggera e addirittura fonte di piacere. Ma gli ineffabili organizzatori hanno fatto di più, hanno suddiviso i partecipanti alle camminate in tre gruppi a seconda delle caratteristiche fisiche e quindi del tipo di passo. Così abbiamo i camminatori veloci, i camminatori di media velocità e i camminatori slow, tra cui si annoverano anche bambini, mamme con piccoli al seguito nel passeggino e ultra settantenni. 18485533_1485559744828871_4410753491147126340_n

Conoscere il territorio attraverso percorsi mirati. Gli organizzatori di questa bellissima iniziativa stanno gestendo la scelta dei percorsi in modo da poter coprire e scoprire tutto il territorio di Giulianova e dintorni. Non solo, in ogni camminata i gruppi hanno una guida, o meglio un vero e proprio coach che permette di mettere in risalto ora le caratteristiche del percorso, ora gli effetti della camminata per il benessere fisico. Inoltre i coach forniscono quel pizzico di stimolo e di carica psicologica, ingredienti che favoriscono la crescita del senso di appartenenza al gruppo e ai suoi principi ispiratori. Aggiungerei che per conoscenza del territorio in senso lato intendiamo anche il “riconoscimento” di quei simboli, segni, particolari che caratterizzano l’identità culturale della comunità e ne testimoniano la memoria.18422889_1481894015195444_3850734791940469027_o

Socializzare, fare comunità. La naturale conseguenza della condivisione e della conoscenza del territorio è quella di poter socializzare, cioè sia accrescere in termini quantitativi il numero di persone conosciute, che approfondire i rapporti di conoscenza e familiarizzare con chi (vicino di casa, collega, compagno di scuola, ecc…) nella quotidianità ci passa magari decine di volte accanto, senza andare oltre un buongiorno o un sorriso di circostanza.

Un’altra caratteristica del Gruppo Andiamo a Camminare di Giulianova, non certo di secondaria importanza, è quella della spontaneità, della nascita dal basso, della totale volontarietà delle ormai decine di persone che fanno si che l’iniziativa prosegua con sempre maggiore successo. Quindi siamo in presenza di una attività che non si inserisce in nessun programma o finalità precostituita. Questa trasversalità e libertà da vincoli di ogni tipo ha alla fine favorito la partecipazione di molte attività e operatori economici, che offrono piccoli contributi economici o servizi gratuiti. Basti pensare che l’organizzazione ha distribuito gratuitamente circa 450 giubbini rifrangenti di sicurezza ai partecipanti alle camminate. Questo anche a testimoniare la grande cura per la sicurezza e l’incolumità dei camminatori.

La giornalista Mirella Lelli, da noi contattata, che si occupa della stampa e delle pubbliche relazioni del gruppo, ci ha portato a  conoscenza che il comitato degli organizzatori ormai consta di circa 20 persone, le quali si dividono i compiti a seconda delle proprie disponibilità e abilità. Inoltre si rifletteva con lei del formidabile ruolo avuto per la crescita di questa situazione dai social network, in primis facebook con il suo tam tam e le condivisioni delle prime foro e dei primi video delle iniziali camminate.

12004884_1486614511638821_3192653108040946105_n
Luca Delli Compagni

Abbiamo volutamente lasciato in fondo al nostro articolo la citazione della persona fisica da cui ha avuto origine il tutto. Infatti alcuni di voi leggendo hanno forse pensato che una iniziativa di queste dimensioni, chissà quale studio e gruppo di pensatori abbia mobilitato all’inizio. Invece il tutto è partito dallo spirito di iniziativa del sig. Luca Delli Compagni appassionato di podistica, ma soprattutto qualificato e prestigioso operatore turistico insieme alla sua famiglia. Luca in questa iniziativa ha creato il mix di ingredienti, il lievito, che ha permesso ad essa di crescere: semplicità, passione, umiltà e amore per la propria città.

 


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments