Agevolazioni fiscali per disabili – Le spese mediche

di Paola Bianchi
Fonte: Fisco7.it
Fonte: Fisco7.it

È bene sapere che tutte le spese mediche generiche e quelle di assistenza specifica, come l’assistenza infermieristica e riabilitativa, che vengono retribuite dai disabili sono deducibili dal reddito complessivo di costoro, anche se pagate dai loro familiari e anche se non risultano fiscalmente a carico di questi ultimi.

Per spese mediche generiche intendiamo quindi le prestazioni da parte di un medico generico o l’acquisto dei medicinali, mentre per spese di assistenza specifica indichiamo l’assistenza infermieristica e riabilitativa, come scritto sopra; le prestazioni del personale con qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale; le prestazioni del personale di coordinamento delle attività assistenziali, degli educatori professionali e del personale qualificato per l’attività di animazione e terapia occupazionale.

Fonte: mobilitycare.it
Fonte: mobilitycare.it

Se invece la persona disabile deve essere ricoverata, si possono detrarre solamente i costi delle spese mediche e paramediche specifiche, non quelle inerenti l’intera retta dovuta per il ricovero e la degenza.

Capiamo ora insieme quali spese sono quindi detraibili dall’IRPEF:

Si può detrarre il 19% dall’Irpef per quanto riguarda l’acquisto di mezzi d’ausilio, argomento meglio approfondito nel precedente articolo “Agevolazioni fiscali – il settore automobilistico”, beneficio che può essere esteso anche al familiare del disabile se questi è fiscalmente a suo carico.

Totalmente detraibili sono le spese per il trasporto in ambulanza della persona disabile; l’adattamento dell’ascensore affinché risulti idoneo al trasporto di persone in carrozzella; l’acquisto di poltrone per i non deambulanti, così come gli apparecchi atti a contenere le fratture, le ernie e preposti a correggere la colonna vertebrale; l’acquisto di arti artificiali; la costruzione di rampe per abbattere le barriere architettoniche interne ed esterne alle abitazioni; l’acquisto di sussidi tecnici e informatici che possano agevolare l’integrazione dei portatori di handicap e, i mezzi per la deambulazione, l’accompagnamento e il sollevamento del disabile.

Bisogna però tenere presente che la detrazione per la costruzione delle rampe non può essere concomitante all’agevolazione concessa per gli interventi di ristrutturazione edilizia.

Inoltre, per quanto concerne il trasporto in ambulanza, la detrazione riguarda esclusivamente questo e non vengono considerate le prestazioni specialistiche eventualmente prestate durante il trasporto, che vengono detratte solamente per la parte eccedente l’importo di €129,11 (centoventinove e undici euro). Per la parte eccedente l’importo di €129,11, le spese sanitarie specialistiche, come le prestazioni specialistiche e chirurgiche, possono quindi essere detratte.

Anche l’assistenza per l’interpretariato pagata dai sordi può beneficiare della detrazione del 19% in base alla legge n. 381 del 26 maggio 1970. In questo caso vengono considerate disabili quelle persone che hanno ottenuto la legge 104/92 ovvero il riconoscimento della Commissione Medica, e quelle riconosciute dalle commissioni mediche pubbliche per l’invalidità civile, di guerra e di lavoro, in caso venga certificata un’invalidità totale o che preveda l’accompagnamento.

Quando la non autosufficienza è attestata da certificazione medica, le persone addette all’assistenza di questi disabili possono accedere alla detrazione. In questi casi il 19% dev’essere calcolato su una spesa totale non eccedente €2.100,00 (duemila cento euro), considerato per il singolo contribuente, quindi non valutando il numero dei soggetti a cui è dedicata l’assistenza, se il reddito del contribuente non supera i €40.000,00 (quarantamila euro). L’agevolazione può essere estesa anche al familiare della persona disabile o non autosufficiente anche quando non si tratta di persona fiscalmente a carico.


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments