Adaptive, la collezione di abiti per disabili di Tommy Hilfiger

Dopo aver disegnato “Capsule” nel 2016, la prima collezione di abiti per bambini disabili, Tommy Hilfiger ha pensato anche agli adulti ed è nata “Adaptive”, pensata per vari tipi di disabilità ma strizzando un occhio al fashion.

Le persone con disabilità affrontano tutti i giorni problemi legati al vestirsi, necessitando spesso di aiuti esterni e con abiti non certo accattivanti. Lo stilista americano Tommy Hilfiger ha voluto ovviare a questo problema disegnando capi che si adattano ad ogni esigenza e che siano anche trendy: vestiti che si possono infilare con una mano sola, pantaloni che si chiudono col velcro e orli magnetici che si adattano alle protesi. Le cifre sono alla portata di tutti, si parte da $29,50 fino a un massimo di $210.

Per la nuova linea di abiti, al momento disponibile solo negli Usa ma si spera presto anche in Italia, testimonial d’eccezione: l’atleta paralimpico Jeremy Campbell, la modella amputata Mama Cax, la ballerina e insegnante di danza paraplegica Chelsie Hill, lo chef autistico Jeremiah Josey. Jeremy indossa jeans con orli magnetici che si adattano alla protesi, Mama Cax un trench con un’abbottonatura in velcro invisibile, la Hill un abito con chiusura magnetica sulle spalle, sfilabile dall’alto.

Nell’attesa che questi abiti siano disponibili anche in Italia, auspichiamo che anche gli stilisti italiani pensino ad una collezione come questa di Hilfiger.

Fonte immagini: sito d. repubblica


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments