Portici, Science Cafè: obesità e rischio di ammalarsi

Nei paesi industrializzati l’obesità è considerata un’emergenza sanitaria. Ad esserne minacciati sono soprattutto i più piccoli e le donne. Gli incontri del Portici Science Cafè si propongono come occasioni per promuovere uno scambio di conoscenza scientifica tra ricercatori e cittadini su questioni che riguardano la tecnologia, la ricerca scientifica e il loro impatto nella vita quotidiana

0

di Tonia Ferraro

PORTICI (NAPOLI) – A Villa Fernandes di via Diaz mercoledì 14 ottobre alle 17.30 dopo la pausa estiva ritornano gli appuntamenti del Portici Science Cafè. Si converserà di “Obesità e rischio di ammalarsi” con Nicola Cecchi, Direttore Struttura Semplice Dipartimentale – Nutrizione A.O.R.N. “Ospedale Santobono” – Unità Operativa di Pediatria Nutrizionale, e Massimo Spiezie, pediatra e dirigente medico del Presidio Ospedaliero “Sant’Anna e Madonna della Neve ” di Boscotrecase.

Nei paesi industrializzati l’obesità è considerata un’emergenza sanitaria. Ad esserne minacciati sono soprattutto i più piccoli e le donne. In Campania, in particolare, circa il 10% della popolazione in età adulta soffre di obesità. Un’alimentazione corretta ed un sano stile di vita sono di fondamentale importanza per combattere questa che è una vera e propria patologia. L’incontro del Portici Science Cafè si inserisce nell’ambito delle manifestazioni promosse durante l’Obesity Day.

Un grande successo di pubblico, quello registrato dal Portici Science Cafè,  promosso ed animato da Vincenzo Bonadies, con la collaborazione dell’associazione BLab, la cooperativa sociale ONLUS Seme di Pace e il Comitato Beni Comuni.

La novità di quest’anno è la location: gli incontri si terranno presso Villa Fernandes, bene confiscato nel 1998 al clan Rea – operante tra Volla e Casalnuovo – e affidata al Comune di Portici. Nell’atmosfera conviviale della Villa, pregevole esempio di stile liberty, edificata nei primi anni del ‘900, si avrà la possibilità di porre domande agli esperti intervenuti nello spirito informale ma scientificamente rigoroso dei Caffè-Scienza.

La facciata di Villa Fernandes si presenta con un atrio a forma semicircolare circondato da dieci colonne doriche. Il balcone del primo piano conserva la stessa forma ellittica dell’atrio ed è sormontato da tre cerchi. In quello centrale è inserito lo stemma di famiglia. Particolarità della Villa è il cancello: è uno dei pochi ad essere veramente d’epoca. Nel 1935, quando vi fu la campagna per donare oro e metalli alla Patria, le recinzioni delle ville furono le prime ad essere eliminate. In questo caso, si riuscì a preservarlo mettendo la Villa sotto il vincolo delle Belle Arti.

Dopo l’incontro di ottobre si proseguirà a novembre con una conversazione sulla genetica in campo alimentare ed a seguire, a dicembre, con un incontro sull’antropologia.


L’ingresso è libero e gratuito.

Per maggiori informazioni, scrivere a porticisciencecafe@gmail.com o visitare la pagina Facebook: Portici Science Cafè


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments