2017, triste inizio per gli Italiani: l’oroscopo di Fox in onda con un giorno di ritardo

0

Il 2017 non poteva cominciare peggio! L’Italia è stata scossa da un avvenimento sconcertante che ha rischiato di avere gravi ripercussioni su milioni di persone.

Come dite? Gli attentati terroristici? No, no. Non mi riferisco certamente a quello. Cosa? La guerra in Siria? Ma per piacere! Ho parlato di Italia, eh. Non di posti che il 90% della popolazione dello Stivale non sa nemmeno dove si trovino.

E no, non è neanche l’emergenza freddo né l’utilizzo dei voucher lavoro, tanto cari al ministo Poletti.

No, il 2017 è iniziato con un fatto di una inaudita gravità: non è stato mandato in onda, il 1 gennaio, l’oroscopo annuale di Paolo Fox. Tragedia! Cataclisma! Disastro senza precedenti! Persone nel panico, arrabbiate, allarmate, amareggiate, deluse, hanno riversato il proprio malumore sui social – in particolar modo sui profili della trasmissione “Mezzogiorno in famiglia” di Rai 2 –, esprimendo il proprio sdegno nei confronti di una decisione insensata, balorda, davvero balzana: quella di posticipare la puntata di inizio anno. Il motivo? Una cosuccia da niente: lasciare spazio ad uno speciale del Tg2 riguardante l’attentato terroristico avvenuto a Instanbul, in Turchia, nel quale hanno perso la vita 39 persone.

Una decisione che ha gettato nello sconforto numerosi italiani, ansiosi di conoscere il 2017 che li attende; quello che le stelle hanno disegnato per loro. Non ho mai visto neanche i tifosi più accaniti di calcio inferocirsi tanto per il rinvio di una partita.

Quando dico che si sono arrabbiati, non scherzo né esagero. Qualche esempio: “Ecco, direi che il 2017 per quanto mi riguarda è già iniziato male… attendiamo di sapere quando verrà recuperato Fox. Son rimasto a casa apposta oggi”; “E l’oroscopo???? Sono stata a casa apposta. Ma noooo. Aiutoooo. Fox sei desiderato. Diteci quando, per favore. Non si può. Ma sempre Rai2? Con tutti i canali che ci sono.. E’ il primo dell’anno. E’ festa ma basta brutte notizie”. Poi, il capolavoro: “Siete andati in onda dopo il tragico terremoto nelle Marche e oggi che è successa una minima cosa rispetto ai morti del terremoto, e in più neanche in Italia, fate sciopero. Fate pena. Mai più guarderò le vostre facce. Vergognatevi”. Quelli della Rai si devono vergognare, insomma.

Ora, con tutto il rispetto per Paolo Fox e la sua lettura delle stelle, ma si può sollevare un caso e indignarsi in tal modo perché non è stato mandato in onda l’oroscopo del 2017? Ma, soprattutto, è possibile mai che nel 2017 c’è gente che ancora va dietro agli oroscopi in modo tanto opprimente e soffocante, come se – effettivamente – avessero una pur minima influenza sulle loro esistenze? Persone che sono rimaste in casa appositamente per sapere cosa gli astri del ciel hanno in serbo per loro per i prossimi 365 giorni? Non voglio giudicare, davvero, però qualche perplessità su tutta questa storia ce l’ho.

Io degli oroscopi, in verità, non ci ho mai capito niente perché proprio non riesco ad immaginare come possano accadere le stesse cose a tutte le persone nate sotto lo stesso segno zodiacale: sei del Leone? Sarai fortunato in amore, sfigato sul lavoro e per quanto riguarda la salute faresti meglio a darti una riguardata. A tutti quelli del Leone. Siete della Vergine? Guardate, per l’amore quest’anno non è proprio cosa, riprovate nel 2018; per quanto riguarda la salute state tranquilli mentre il lavoro… A tutti quelli della Vergine. E così andando anche per gli altri dieci segni dello zodiaco. Tutti praticamente a vivere la stessa vita tra Saturno contro, Venere che fa l’occhiolino e Marte che fa gli sgambetti. Che meraviglia.

Ora sì che capisco perché molti nostri connazionali si sono risentiti perché è stato dato spazio ad uno speciale di informazione, sacrificando (televisivamente) il buon Paolo Fox. Come si può vivere senza queste basilari informazioni?

Lungi da me fare la pesante, ci mancherebbe, ma davvero non riesco a capacitarmi di come si possa prendersela così a male per un oroscopo. E’ certamente fuori di discussione che, di tanto in tanto, ci sia bisogno di leggerezza e di svago (e la televisione italiana tanto pubblica quanto privata, sotto questo aspetto, non è certamente parca visti i programmi che propina quotidianamente) ma uno sguardo attento a ciò che accade vicino e lontano da noi sarebbe anche il caso di darlo. Forse, però, il problema è tutto qui: gli Italiani di guardare oltre il proprio naso non hanno troppa voglia, nonostante il momento storico delicato in cui, anche loro, si trovano a vivere. A questo punto, non resta che sperare in un oroscopo favorevole.


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments