1° maggio: Festa del Lavoro e sicurezza dei lavoratori

0

La Festa del lavoro viene celebrata il 1º maggio di ogni anno in molti Paesi del mondo, per ricordare l’impegno dei movimenti sindacali e i traguardi raggiunti dai lavoratori.

In Italia, quest’anno, le organizzazioni sindacali hanno posto l’attenzione sul tema della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro.

Il corteo a Prato

La manifestazione nazionale si svolge a Prato con un corteo che da Piazza Mercatale sfilerà per le vie della città per terminare in Piazza Domo, con il comizio finale dei tre leader sindacali, Susanna Camusso (CGIL), Annamaria Furlan (CISL) e Carmelo Barbagallo (UIL).

I segretari provinciali delle tre sigle sindacali, hanno sottolineato che Prato è stata scelta in quanto sul suo territorio, si sta da tempo lavorando per le politiche sulla sicurezza; la città ha aperto, infatti, per prima a livello nazionale, un tavolo sulla sicurezza e di recente Sindacati, associazioni di categoria e Dipartimento per la prevenzione dell’Asl hanno  siglato un accordo per far ripartire un tavolo tecnico, primo incontro previsto per il 7 maggio.

La sicurezza sul lavoro oggi è diventata una vera e propria emergenza a causa dell’aumento degli infortuni che quotidianamente avvengono ormai in tutta l’Italia, da Nord a Sud, oltre alle malattie professionali.

La manifestazione è un’occasione importante per ribadire che i diritti dei lavoratori costituiscono diritti essenziali, in Italia come nel mondo e che vanno tutelati in via prioritaria dai Governi nazionali mediante l’adozione di politiche interdisciplinari che prevedono l’introduzione di controlli e cultura della prevenzione.

In tutte le manifestazioni che si svolgono nel Paese l’attenzione è dunque puntata sulla legalità del lavoro, sulla difesa delle condizioni di vita delle persone, sullo sviluppo sociale e ambientale compatibile e sulle campagne di sensibilizzazione che devono avere come obiettivo la creazione di una cultura della sicurezza e della salute dei luoghi di lavoro.

Il Concertone

Il tema della sicurezza è anche al centro del Concerto del 1° maggio in Piazza San Giovanni a Roma.

L’evento musicale, che dal dagli anni 1990 viene organizzato dai tre maggiori sindacati italiani  – CGIL, CISL, UIL – assume importanza perché attraverso la musica, i giovani, oltre all’intrattenimento, hanno l’occasione per riflettere sulla sicurezza per il loro futuro. Sul palco si alterneranno: Fatboy Slim, Carmen Consoli, Canova, Nitro, Calibro 35, Dardust feat Joan Thiele, Frah Quintale, Wrongonyou e Willie Peyote, Max Gazzè & Form, Sfera Ebbasta,  Lo Stato Sociale, Cosmo, Le vibrazioni, I Ministri, The Zen Circus, Gemitaiz, Ultimo, Achille Lauro e Boss Doms, Gazzelle, Francesca Michielin, Maria Antonietta, Galeffi, Mirkoeilcane, John De Leo.


*Se hai trovato un errore di ortografia, può avvisarci selezionando il testo e premendo Ctrl+Invio.

Comments

comments